Bando per contributi all’installazione di sistemi di allarme e sicurezza nelle abitazioni private di Ferrara

Scade il 20 luglio 2016. Informazioni e documentazione

logo Comune FerraraFERRARA – Scadranno il 20 luglio 2016 i termini per poter usufruire di contributi relativi all’acquisto e installazione di sistemi per la sicurezza domestica. Si tratta di una azione, già inserita nel “Patto per Ferrara sicura” sottoscritto da enti e istituzioni locali, che intende promuovere, incoraggiare, sostenere le iniziative finalizzate a incrementare la sicurezza delle abitazioni private nel territorio comunale e prevede un contributo a fondo perduto per favorire l’adozione di mezzi di difesa passiva a tutela del fenomeno predatorio contro la proprietà privata. Per il 2016 è stato stanziato un fondo da 100.000,00 euro e i contributi messi a disposizione verranno assegnati fino a esaurimento sulla base di una graduatoria che terrà conto di specifiche caratteristiche dei richiedenti fissate dal bando.

INFORMAZIONI, DOCUMENTAZIONE E MODULISTICA SUL BANDO: http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=7849

LA SCHEDA (testo diffuso nel corso della conferenza stampa del 20 maggio 2016)

100.000,00 € PER LA SICUREZZA PRIVATA

➤ Un bando per promuovere, incoraggiare, sostenere le iniziative finalizzate a incrementare lasicurezza delle abitazioni private a Ferrara

➤ Un contributo a fondo perduto per favorire l’adozione di mezzi di difesa passiva a tutela del fenomeno predatorio contro la proprietà privata

➤ Per il 2016 è stato stanziato un fondo da 100.000,00 euro

➤ I contributi messi a disposizione verranno assegnati fino a esaurimento

DESTINATARI, TIPOLOGIE D’INTERVENTO, CONTRIBUTI

➤ Destinatari: proprietari di abitazione da almeno 1 anno (residenti o con immobile locato); affittuari o locatari da almeno 1 anno; condomini.

➤ Due tipologie: A. Impianti di allarme; B. Altri sistemi di sicurezza o antintrusione (inferriate, grate, porte blindate, vetri antisfondamento, ecc)

➤ Entità del contributo: tipologia A max 400,00\par (elevabili a 500,00 per sistemi di allarme collegati a FdO o istituti di vigilanza); tipologia B max 300,00}

I TEMPI

➤ Presentazione domande dal 20 maggio al 20 luglio 2016 (tramite raccomandata, a mano, corriere, posta celere, pec)

➤ Agosto 2016: redatta graduatoria

➤ L’intervento dovrà obbligatoriamente avvenire tra il 1 settembre e il 31 dicembre 2016

➤ La rendicontazione dovrà obbligatoriamente avvenire entro il 15 gennaio 2017

LA GRADUATORIA

➤ La graduatoria sarà formulata a partire da categorie maggiormente esposte al fenomeno predatorio:

➤ 1. Nuclei composti da sola madre e figli

➤ 2. Presenza di over 70enni o persone con disabilità superiore al 75%

➤ 3. Nuclei familiari individuali

➤ Il destinatario del contributo si impegna a mantenere presso l’immobile il sistema di sicurezza installato per almeno 2 anni

[Da Cronacacomune del 20 maggio 2016]

Per illustrare i contenuti del Bando relativo al contributo per l’installazione di sistemi di allarme e sicurezza nelle abitazioni private, si è svolta venerdì 20 maggio, nella sala di Giunta della residenza municipale, una conferenza stampa. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, gli assessori comunali Aldo Modonesi e Roberto Serra, Flaviano Contra (Polizia Municipale), Anna Rosa Fava (Portavoce Sindaco) e Giorgio Benini (Centro di Mediazione).

Si tratta di una azione, già inserita nel “Patto per Ferrara sicura” sottoscritto da enti e istituzioni locali, che intende promuovere, incoraggiare, sostenere le iniziative finalizzate a incrementare la sicurezza delle abitazioni private nel territorio comunale e prevede un contributo a fondo perduto per favorire l’adozione di mezzi di difesa passiva a tutela del fenomeno predatorio contro la proprietà privata. Per il 2016 è stato stanziato un fondo da 100.000,00 euro e i contributi messi a disposizione verranno assegnati fino a esaurimento sulla base di una graduatoria che terrà conto di specifiche caratteristiche dei richiedenti fissate dal bando.

Nel corso della conferenza stampa, oltre al bando, è stata anche preannunciata un’iniziativa espositiva in programma sabato 28 maggio dalle 11 alle 19 in Galleria Matteotti, che coinvolgerà aziende del territorio operanti nel settore della sicurezza.

INFORMAZIONI, DOCUMENTAZIONE E MODULISTICA BANDO: http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=7849
LA SCHEDA (testo diffuso nel corso della conferenza stampa del 20 maggio 2016)

100.000,00 € PER LA SICUREZZA PRIVATA

➤ Un bando per promuovere, incoraggiare, sostenere le iniziative finalizzate a incrementare la sicurezza delle abitazioni private a Ferrara

➤ Un contributo a fondo perduto per favorire l’adozione di mezzi di difesa passiva a tutela del fenomeno predatorio contro la proprietà privata

➤ Per il 2016 è stato stanziato un fondo da 100.000,00 euro

➤ I contributi messi a disposizione verranno assegnati fino a esaurimento

DESTINATARI, TIPOLOGIE D’INTERVENTO, CONTRIBUTI

➤ Destinatari: proprietari di abitazione da almeno 1 anno (residenti o con immobile locato); affittuari o locatari da almeno 1 anno; condomini.

➤ Due tipologie: A. Impianti di allarme; B. Altri sistemi di sicurezza o antintrusione (inferriate, grate, porte blindate, vetri antisfondamento, ecc)

➤ Entità del contributo: tipologia A max 400,00\par (elevabili a 500,00 per sistemi di allarme collegati a FdO o istituti di vigilanza); tipologia B max 300,00}

I TEMPI

➤ Presentazione domande dal 20 maggio al 20 luglio 2016 (tramite raccomandata, a mano, corriere, posta celere, pec)

➤ Agosto 2016: redatta graduatoria

➤ L’intervento dovrà obbligatoriamente avvenire tra il 1 settembre e il 31 dicembre 2016

➤ La rendicontazione dovrà obbligatoriamente avvenire entro il 15 gennaio 2017

LA GRADUATORIA

➤ La graduatoria sarà formulata a partire da categorie maggiormente esposte al fenomeno predatorio:

➤ 1. Nuclei composti da sola madre e figli

➤ 2. Presenza di over 70enni o persone con disabilità superiore al 75%

➤ 3. Nuclei familiari individuali

➤ Il destinatario del contributo si impegna a mantenere presso l’immobile il sistema di sicurezza installato per almeno 2 anni