Al Maf la mostra fotografica sull’inondazione del Reno del 1951

Fino a mercoledì 17 agosto la rassegna documentaria a San Bartolomeo in Bosco

maf_facciataFERRARA – Oltre una ventina di fotografie d’epoca che fanno ripercorrere i tragici eventi dell’inondazione del Reno avvenuta nel 1951 sono in mostra al MAF, la sala espositiva del Centro di documentazione del Mondo agricolo ferrarese a San Bartolomeo in Bosco (via Imperiale 263). Intitolata “1951-2016: per non dimenticare la rotta del Reno e l’inondazione dell’Alto ferrarese”, la rassegna è curata dal gruppo fotografico Immagine di Mirabello e sarà visitabile fino a mercoledì 17 agosto (a ingresso libero, aperta da martedì a venerdì, ore 9-12; nei festivi ore 16-19).

(Comunicato a cura degli organizzatori)
Si tratta di oltre una ventina di fotografie d’epoca che documentano i tragici eventi culminati con la rottura degli argini del fiume Reno, in località Gallo, e con la conseguente disastrosa inondazione delle circostanti campagne ferraresi. Nonostante le esperienze traumatiche già verificatesi nel novembre 1949 e nell’aprile 1950, il 14 gennaio 1951 si assistette all’ennesima rottura degli argini, con immediata invasione delle acque, soprattutto nel territorio di Poggio Renatico, che provocò irreparabili danni, indicibili tensioni e paure in molta parte dell’Alto Ferrarese.
Nella loro crudezza, le immagini consentono di fare conoscere diversi aspetti dell’alluvione, dalla desolante e infinita presenza delle acque ai primi aiuti prestati, dalle difficoltà operative che contraddistinsero i primi momenti della rotta alla solidarietà tra la popolazione, dal dramma dell’abbandono delle case ai lavori di ripristino degli argini. Una mostra, quindi, per ricordare e per confidare che quelle drammatiche scene di quell’ormai lontano 1951 non abbiamo più a ripetersi.

Info: MAF – Centro di documentazione del Mondo agricolo ferrarese, via Imperiale 263, San Bartolomeo in Bosco (Fe), tel. 0532 725294, fax 0532 729154, e-mail info@mondoagricoloferrarese.it