11 aprile: a “I Mercoledì del Diritto” assegno di divorzio e indipendenza economica

Alle ore 17 nell’Aula dei Filosofi dell’Università di Parma. Relatore Vincenzo Barba

uniparmaPARMA – Si parlerà di assegno di divorzio e indipendenza economica nel prossimo appuntamento di “I Mercoledì del Diritto”, rassegna d’incontri su temi giuridici organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza, Studî Politici e Internazionali dell’Università di Parma.

Mercoledì 11 aprile alle ore 17, nell’Aula dei Filosofi dell’Ateneo (via Università, 12), il tema sarà trattato da Vincenzo Barba, Professore ordinario di Diritto privato all’Università di Roma “La Sapienza”

Così il prof. Barba illustra l’incontro: «L’interpretazione dell’art. 5, comma 6, l. div. offerta dalla nostra giurisprudenza di legittimità con l’oramai celeberrima sentenza n. 11504 del 10 maggio 2017, sembra, nella sostanza, assai convincente, sicché, in disaccordo con autorevole dottrina, che ha sollevato perplessità e critiche, credo che meriti di essere salutata con entusiastico favore. Il presupposto per ottenere l’assegno divorzile consistente nella “mancanza di mezzi adeguati”, originariamente inteso dalle Sezioni Unite del 1990 come mancanza di mezzi tali da consentire il mantenimento del tenore di vita goduto in costanza del matrimonio, viene adesso inteso come mancanza di mezzi tali da garantire un’indipendenza o autosufficienza economica. Le Sezioni semplici mutano orientamento, considerando l’interpretazione offerta dalle Sezioni unite nel 1990, che pur costituisce diritto vivente, non più consonante ai princípî e ai valori normativi vigenti. Si realizza il passaggio da un diritto vivente a un diritto vigente, superando la ripetitività di un’interpretazione oramai non più conforme al nostro sistema ordinamentale. Non si tratta di superare la solidarietà post-coniugale, ma di attribuire a quest’ultima un significato che sia davvero coerente con i princípî di solidarismo e di personalismo e che proprio alla luce dell’ultimo sappia dare giusta importanza alla auto-responsabilità della persona, la cui dignità è il valore primario e apicale del diritto italo- europeo».

L’iniziativa, patrocinata dall’Ordine degli Avvocati e dal Consiglio Notarile di Parma, si rivolge a docenti e studenti dell’Ateneo, a operatori del diritto ma anche a un pubblico più vasto, dai docenti e studenti delle scuole superiori a tutti gli interessati.

Gli incontri di “I Mercoledì del Diritto” hanno a oggetto sia temi di attualità, come norme recentemente promulgate o casi giudiziari, sia temi prettamente culturali ma comunque attinenti al Diritto, e che presentino profili di interesse non soltanto per un uditorio di specialisti. Relatori sono docenti, ricercatori e assegnisti del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e Internazionali dell’Università di Parma, ma anche giuristi e docenti italiani e stranieri.