Webinar “La comunicazione pubblica e l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile della P.A.”.

21

In apertura l’intervento del Sindaco Pizzarotti

PARMA – Il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, è intervenuto al webinair, promosso dall’Associazione italiana della Comunicazione pubblica e istituzionale, che ha affrontato il ruolo che la comunicazione pubblica ha nell’accrescere la consapevolezza verso i temi dello sviluppo sostenibile.

L’Agenda 2030 assegna un ruolo importante alla Pubblica Amministrazione alla quale è dedicato uno specifico Obiettivo, e spetta ad essa adottare le politiche necessarie al raggiungimento degli Obiettivi e dei Target dell’Agenda.

In questo quadro i comunicatori pubblici, all’interno della P.A., svolgono un ruolo essenziale sia per accrescere la consapevolezza verso i temi dello sviluppo sostenibile, sia per sviluppare e migliorare le competenze e le funzioni di trasparenza e partecipazione come diritti dei cittadini verso le pubbliche amministrazioni

I lavori sono stati introdotti dalla presidentessa dell’Associazione Comunicazione Pubblica, Leda Guidi, e dal presidente del Movimento europeo Italia, Pier Virgilio Dastoli. 

Tra i relatori chiamati a portare la propria esperienza: il sindaco Federico Pizzarotti, vicepresidente Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani,

Enrico Giovannini, portavoce ASVIS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile e neo Ministro ad Infrastrutture e Trasporti, Valerio Lucciarini De Vincenzi, direttore generale ALI, Autonomie Locali Italiane e Annalisa Rampin, presidentessa di Intesa programmatica d’area Asolo – Montegrappa.

Il costruttivo dibattito è stato condotto da Marco Magheri, segretario generale dell’Associazione Comunicazione Pubblica.
Nel suo contributo il Sindaco Pizzarotti ha sottolineato come “La comunicazione di ente rappresenti una funzione necessaria e democratica di dialogo costante tra amministratori e cittadini, un canale inclusivo, un elemento di rafforzamento della comunità. Il cambiamento profondo nei canali di comunicazione istituzionale deve essere guidato da un’ottica di comunicazione molteplice: integrata e multidisciplinare in grado di creare connessioni trasversali” proseguendo con esempi concreti “La comunicazione è oggi un elemento fondamentale dell’attività amministrativa in grado di amplificare la partecipazione agli eventi e il livello di comprensione delle iniziative che vengono poste in essere. Lo dico anche come Sindaco della città Capitale Italiana della Cultura, la sfida che ci pone l’Agenda 2030 è quella di entrare nella quotidianità delle persone. Sono tre le parole che dobbiamo tenere come bussola: semplicità, chiarezza e comprensibilità. E la strategia, sia a livello di sostenibilità che di educazione ambientale, di innovazione che di utilizzo di spazi e risorse urbane,  deve essere quella di coinvolgere più che di colpevolizzare”.