“Warm Up Ciclismo 2020”, all’Autodromo di Imola la prima gara ciclistica in gruppo in Italia

179

Seconda giornata di gare in Emilia-Romagna con circa 330 atleti impegnati tra Autodromo Enzo e Dino Ferrari a Imola e Velodromo Servadei a Forlì

IMOLA (BO) – Ieri seconda giornata di gare nell’ambito della manifestazione Warm Up Ciclismo 2020 in Emilia-Romagna, tra l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola e il ‘Velodromo Servadei’ di Forlì.

Una giornata importante e tanto attesa: quella della prima gara ciclistica in gruppo in Italia. Una “prima volta” che contribuisce alla ripartenza del movimento ciclistico italiano, una giornata sicuramente importante per atleti, team, addetti ai lavori e appassionati di ciclismo che, pur non potendo applaudire a bordo strada data l’assenza di pubblico, hanno fatto sentire il proprio calore: decine di migliaia di persone hanno seguito la gara del pomeriggio in diretta streaming sui social.

La prima gara ciclistica in gruppo in Italia dopo la ripartenza ha preso il via nella mattinata di sabato 18 luglio con 87 Donne Juniores impegnate su 11 giri del tracciato dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, in una corsa che ha visto numerosi attacchi ma sempre rintuzzati dal gruppo, che si è assottigliato giro dopo giro ma si è presentato compatto allo sprint. Successo della campionessa italiana Eleonora Camilla Gasparrini (V02 Team Pink) sui 53,9 km/h complessivi (media 38,469 km/h) davanti a Vanessa Michieletto (Breganze Millennium) e Lara Crestanello (Ciclismo Insieme).

Nel pomeriggio sono stati 161 gli Elite e Under 23 a prendere il via, in rappresentanza di 36 società (sono 132 le società iscritte a Warm Up). Un “tutto esaurito” che nella seconda giornata di gara all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari ha riportato così circa 250 ragazzi e ragazze a confrontarsi in gare su strada, arrivando così a circa 330 atleti impegnati nella giornata di sabato considerando anche ragazzi e ragazze in gara al Velodromo di Forlì.

Tra gli Elite e Under 23, il primo attacco è arrivato all’inizio del secondo dei 25 giri in programma, con Matteo Zurlo (Casillo Petroli Firenze Hopplà) che si è avvantaggiato in solitaria. Gli attacchi si sono susseguiti nel corso della gara e si è fatto veramente concreto il tentativo del terzetto composto da Giacomo Ballabio (Iseo Rime Carnovali), Federico Arioli (Gallina Colosio Eurofeed) e dal tricolore 2019 su strada Marco Frigo (Seg Racing Academy), in gara con la maglia azzurra della Nazionale Italiana.

I tre hanno portato a 25″ il proprio vantaggio a meno di dieci chilometri dal traguardo (2 giri alla conclusione), per poi transitare ancora con 20″ ai -5 km e al suono della campana, ma andando verso la salita della Tosa i fuggitivi sono stati raggiunti da un gruppo ormai pronto a giocarsi il successo allo sprint; salendo però verso Acque Minerali e Variante Alta, il forcing della coppia composta da Martin Marcellusi (Mastromarco Sensi Nibali) e Jonathan Milan (CTF) ha consentito di guadagnare 50 metri, poi mantenuti nella curva in discesa della Rivazza e arrivando sul rettilineo finale a giocarsi la corsa in un testa a testa: Milan lancia la volata al comando e ad avere la meglio è proprio Marcellusi, in rimonta, davanti allo stesso Milan, di nuovo sul podio dopo il piazzamento nella cronometro del venerdì.

Alle loro spalle, lo sprint con cui Enrico Zanoncello (Zalf Euromobil Désirée Fior) regola il gruppo e sale sul terzo gradino del podio.

I risultati delle gare su strada e su pista saranno disponibili, appena possibile, sul sito www.extragiro.it/warm-up-giovani che ospita anche gli altri risultati della manifestazione.

Domenica 19 luglio la terza giornata di gare di Warm Up Ciclismo 2020: macchina organizzativa coordinata da Nuova Ciclistica Placci 2013, presieduta da Marco Selleri e da Marco Pavarini, che già in pieno lockdown avevano lanciato l’iniziativa “1 euro per il ciclismo” e che da settimane è impegnata, anche grazie all’impegno delle istituzioni, del Ministero dell’Interno, delle Prefetture, e di tutti gli uffici competenti, per dare corpo al progetto ispirato dalla Federazione Ciclistica Italiana, con il Direttore tecnico delle squadre Nazionali Davide Cassani in prima fila, e che ha visto il sostegno immediato della Regione Emilia-Romagna, che rafforza così ulteriormente la propria vocazione di territorio di sport e di ciclismo, e di Imola Faenza Tourism Company.

“Warm Up Ciclismo 2020”, manifestazione in programma da venerdì 17 a domenica 26 luglio all’insegna della multidisciplinarietà, tra Imola, Faenza, Forlì, Riolo Terme e Rimini, con gare a cronometro, su strada, su pista e in mountain bike. è organizzato e coordinato da Nuova Ciclistica Placci 2013 e da Extragiro, nato all’interno del gruppo organizzatore del Giro d’Italia Giovani come divisione dedicata alla creazione e gestione di servizi, manifestazioni e piattaforme di comunicazione intorno al ciclismo, alla bicicletta e alla mobilità sostenibile, coniugando sport e territorio, comunicazione e promozione.

L’organizzazione di Warm Up Ciclismo 2020 vede il supporto operativo del Consorzio delle Società Ciclistiche Romagnole per le gare su pista, dello staff organizzativo del Rally di Romagna per la mountain bike, e la disponibilità di società sportive del territorio come S.C. Faentina e Polisportiva Zannoni.

Informazioni aggiornate sul progetto Warm Up Ciclismo 2020 di Extragiro, sul programma e sulle modalità di accesso per gli addetti ai lavori sono disponibili sul sito web dedicato: https://www.extragiro.it/warm-up-giovani/

Il programma della terza giornata:

Domenica 19 luglio
Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola – gare in linea ripetendo più volte il circuito di 4,9 km (+ circuito dei Tre Monti per E/U23)
Mattina: Juniores Uomini
Pomeriggio: Elite/Under 23

Riolo Terme: MTB-XCO
Elite/Under 23, Juniores Donne e Uomini