Viaemili@docfest al via con storie di scuola e accoglienza

Giovedì 8 novembre alle 20 all’Astra parte il festival col meglio del cinema documentario italiano. Sullo schermo “Facciamo un film!” e “Storie del dormiveglia”. Ingresso libero

MODENA – Con due storie che parlano di scuola e di accoglienza, giovedì 8 novembre alle 20 inaugura il Modena Viaemili@docfest, il festival di cinema documentario in programma al Cinema Astra in in via Rismondo 21 nel centro storico cittadino, che propone proiezioni tutte a ingresso libero fino a domenica 11 novembre.

Il primo film in programma, giovedì 8 novembre alle 20, è “Facciamo un film!” di Wilma Massucco, che racconta la vita all’interno dell’Ipsia Corni, scuola modenese considerata di frontiera, attraverso lo sguardo degli studenti che decidono di raccontare che cosa succede veramente tra le mura dell’istituto, al di là di episodi di cronaca di cui è stato protagonista. La regista e gli studenti incontreranno il pubblico al termine della proiezione.

A seguire, alle 21.30, si proietta “Storie del dormiveglia” di Luca Magi, miglior film italiano al Biografilm festival 2018, che ha debuttato al Visions du reel di Nyon. L’opera è un viaggio all’interno del Rostom, struttura di accoglienza notturna per senza tetto nella periferia di una grande città, una sorta di galassia perduta a debita distanza da passato e futuro. Il regista dialoga col pubblico dopo la proiezione. In occasione del festival, il bar del cinema sarà a cura di Juta Stereobar.

Il Modena Viaemili@docfest è promosso da Arci Modena, Arci Emilia Romagna, Ucca, Kaleidoscope Factory, Comune di Modena e Regione Emilia-Romagna, con il patrocinio UniMoRe, contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, in collaborazione con Istituto Storico, Astra Multisala, ForModena, Juta Cinerama, D.E-R. Media partner: Cinemaitaliano.info, Gazzetta di Modena e Trc’.

Programma completo su www.modenaviaemiliadocfest.it, facebook e instagram