“Via Francigena on foot”

3
da sx Arcelloni e Pugliese

PIACENZA – La percorrenza della Via Francigena come strumento di confronto, comunanza d’intenti e sensibilizzazione a un corretto stile di vita: così è nata “Via Francigena on foot”, l’iniziativa che porterà, a partire dal prossimo 22 aprile, l’attore e regista Filippo Arcelloni dal Passo del Gran San Bernardo a Roma.L’occasione è il centenario LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori), la cui Delegazione piacentina, di concerto con “Ostello del Teatro”, ha scelto di coniugare la performance escursionistico-teatrale all’importante messaggio di prevenzione, beneficio fisico e mentale che l’attività fisica porta con sé. Non solo: la quaranta giorni di viaggio del ‘pellegrino della salute’ sarà funzionale all’incontro e alla cooperazione con tutte le sedi LILT sul percorso, avvicinerà scuole e platee cittadine, offrirà il destro a conferenze-spettacolo e potrà essere seguita, tappa dopo tappa, direttamente sul web.

“Mi sottoporrò a un attento screening medico prima della partenza e dopo la conclusione del tragitto – spiega Arcelloni –. Lungo la Via mi atterò ad un attento e bilanciato regime alimentare e, in occasione di ognuna delle quaranta tappe, mi renderò disponibile a domande, interviste, approfondimenti. Parlerò della quotidiana e meritoria opera di LILT, descriverò personaggi e storie in cui mi sono imbattuto”.

“Il profondo significato e approccio psicologico, spirituale e di benessere del pellegrinaggio – gli fa eco il presidente di LILT Piacenza Franco Pugliese si legherà a filo doppio al paesaggio, al giovamento dell’immersione nella natura e nei paesaggi italiani, ma anche alla fruizione di sani prodotti del territorio: un valore aggiunto al già pregnante messaggio dell’attività motoria come semplice ma irrinunciabile mezzo di prevenzione della malattia. Non ultimo – fa osservare il medico -, la data d’arrivo in Roma del 31 maggio coinciderà con la Giornata mondiale contro il fumo, un altro significativo messaggio. Per l’occasione, in collaborazione con Coldiretti, daremo il la nel Mercato coperto di Piacenza ad una presenza fissa di LILT che, accanto a produttori a chilometro zero, veicolerà il confronto con dietisti specializzati e chef che coinvolgeranno il pubblico in vari show cooking. Tutto questo – conclude Pugliese – concorrerà a diffondere il concetto che movimento e sana alimentazione siano, con il ridurre delle cattive abitudini, i pilastri del viver bene e a lungo”.

A plaudire e patrocinare la variegata e lodevole iniziativa di Via Francigena on foot anche l’Associazione Europea delle Vie Francigene, soggetto incaricato dal Consiglio d’Europa per la tutela e la valorizzazione dell’Itinerario culturale della Via che, nelle parole del responsabile progetti Sami Tawfik, osserva come: “AEVF sostiene il progetto e l’attività della LILT poiché ritiene che i cammini, unitamente al loro portato culturale e di sviluppo territoriale sostenibile, rappresentino un’importante modalità di prevenzione e di promozione di un corretto stile di vita”.

Le tappe di Via Francigena on foot, che prenderà come detto il via il prossimo 22 aprile, anche grazie al fondamentale contributo di Fondazione Piacenza e Vigevano, potranno essere seguite “passo passo” su “Radio Francigena” e il sito web dedicato www.viafrancigenaonfoot.it.