Via De’ Fogliani, i nuovi alberi piantati entro dicembre

17

Prosegue l’intervento di rinnovamento del viale alberato. Concluse le aiuole, inizierà il ripristino del manto stradale e, infine, la piantumazione di 42 tigli

MODENA – In via De’ Fogliani prosegue, nei tempi previsti, l’intervento di rinnovo del viale alberato che si concluderà con la piantumazione di 42 nuovi tigli entro dicembre, compatibilmente con le condizioni meteorologiche e le misure di contenimento del Covid-19. Le nuove piante sostituiscono i vecchi ippocastani, malati e a rischio di schianto, che sono stati rimossi a tutela della sicurezza dei cittadini.

Per mettere a dimora i tigli, giovani ma non di piccole dimensioni (al momento della piantumazione saranno già alti tra i 3 e i 4 metri), sono state realizzate nuove aiuole, in corso di ultimazione, sul lato della strada dove in precedenza le piante si trovavano a raso sull’asfalto. Sul lato opposto, invece, saranno mantenute le aiuole continue già esistenti, secondo il disegno originario della strada.

Nei prossimi giorni, terminate le aiuole, inizieranno i lavori di ripristino dei tratti ammalorati dei marciapiedi, del manto stradale e della pista ciclabile, con il rifacimento della segnaletica, come previsto dal progetto di riqualificazione autorizzato dalla Sovrintendenza e presentato in ottobre ai residenti nel corso di un’assemblea pubblica. La piantumazione dei nuovi tigli, alberi che vivono bene anche all’interno di un ambiente urbano e che hanno un buon accrescimento, sarà effettuata a conclusione del cantiere, per non rischiare che le piante vengano danneggiate dalle macchine operatrici.

L’intervento di riqualificazione, che ha un valore complessivo di 120 mila euro ed è coordinato dai tecnici del servizio di Manutenzione urbana del Comune di Modena, è stato programmato in seguito ai controlli eseguiti su tutti gli alberi del viale dopo l’improvvisa caduta, nell’ottobre 2019, di uno degli ippocastani della via che si presentava asintomatico. L’Amministrazione comunale si era immediatamente attivata per prevenire ulteriori danni eseguendo successive verifiche di stabilità su tutte le alberature anche con prove di trazione, che simulano l’azione di spinta esercitata da un forte vento di uragano. Gli esiti delle prove hanno portato alla rimozione urgente della decina di alberi che presentavano i problemi maggiori e all’elaborazione del progetto per sostituire gli altri 32 alberi con problemi e per riqualificare la strada.