Verucchio: questa sera “Cantami O Diva” apre nuovi percorsi culturali nel segno dell’Iliad

Sabato 11 agosto gli appassionati potranno scoprire le bellezze del centro storico malatestiano in un percorso guidato tra cultura e buon cibo

VERUCCHIO (RN) –  Sabato 11 e sabato 18 agosto, nel suggestivo borgo di Verucchio arriva tutta la magia di “Cantami O Diva!”, un nuovo percorso guidato alla scoperta del centro storico malatestiano tra cultura e buon cibo. “Cantami O Diva!” è coordinata da Arcipelago Ragazzi Estate 2018, in collaborazione con Comune di Verucchio, con la direzione artistica della Compagnia Fratelli di Taglia, il sostegno di Regione Emilia-Romagna e MIBACT, il patrocinio di Gruppo Hera, la collaborazione del Museo Archeologico Verucchio, Tiee – Cibo & Vino e Piadastyle Verucchio.

verucchioSabato 11 agosto, dalle ore 20.30, dopo aver mangiato nell’area esterna dell’ex Monastero di Sant’Agostino lo squisito pic-nic preparato da Tiee – Cibo & Vino e Piadastyle Verucchio, al Museo Villanoviano andrà in scena la prima parte del reading letterario dell’Iliade di Omero.

Sul palco gli attori della Compagnia Teatrale Fratelli di Taglia, Daniele Dainelli e Giovanni Ferma che hanno “interpretata” l’Iliade di Omero seguendo le tracce della riscrittura di “Omero, Iliade” Alessandro Baricco e la bellissima traduzione in prosa di Maria Grazia Ciani con “Iliade”.

Non sono questi anni qualunque per leggere l’Iliade. Questi sono anni di guerra e l’Iliade è una storia di guerra, lo è senza prudenza e senza mezze misure. L’Iliade è un monumento alla guerra.

VerucchioUna delle cose sorprendenti del testo omerico è la forza, la compassione, con cui vi sono tramandate le ragioni dei vinti. Questa capacità sovrannaturale di essere voce di tutta l’umanità e non solo di sé stessi, la si ritrova lavorando al testo e scoprendo come i Greci abbiano tramandato, tra le righe di un monumento alla guerra, la memoria di un amore ostinato per la pace. A prima vista non è così palese, perché si rimane accecati dai bagliori delle armi e degli eroi. Non è mirabile che una civiltà̀ maschilista e guerriera come quella dei Greci abbia scelto di tramandare, il loro desiderio di pace?

Portare a compimento quell’intuizione forse è quanto nell’Iliade ci è proposto come eredità, come compito e come dovere.

Come svolgere questo compito? Cosa dobbiamo fare per indurre il mondo a seguire la propria inclinazione per la pace? Oggi, il compito di un vero pacifismo dovrebbe essere non tanto demonizzare all’eccesso la guerra, quanto capire che solo quando saremo capaci di un’altra bellezza potremo fare a meno di quella che la guerra da sempre ci offre. Costruire un’altra bellezza è forse l’unica strada verso una pace vera. Riusciremo, prima o poi, a portar via Achille da quella micidiale guerra. E non saranno la paura né l’orrore a riportarlo a casa. Sarà una qualche, diversa, bellezza, più accecante della sua, e infinitamente più mite.

Intensità di parole ma anche di immagini travolgeranno Verucchio grazie alle illustrazioni live della sorprendente mano artistica di Mauro Masi che, in tempo reale, disegnerà con la sabbia sulla lavagna luminosa i momenti salienti delle vicende e proiettati in diretta su un grande schermo.

Ad accogliere il pubblico al Museo saranno le note di Bach interpretate dal violino solista di Alessandro Filipucci.

La colonna sonora della performance è stata composta dalla musica elettronica di Marco Capelli in arte Kino.

Visita guidata e spettacolo INGRESSO LIBERO

cestino pic-nic € 12 (necessaria la prenotazione al n. 3299461660)

www.fratelliditaglia.com – FB Fratelli di Taglia

www.arcipelagoragazzi.it