Università di Parma: il 28 marzo inaugurazione dell’anno accademico con il Ministro Maria Cristina Messa

24

Cerimonia alle 16 nell’Aula Magna della Sede centrale. Prolusione del sociologo ed economista Mauro Magatti dedicata alle nuove generazioni

PARMA – Il Ministro dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa parteciperà all’inaugurazione dell’anno accademico 2021-22 dell’Università di Parma, in programma per lunedì 28 marzo alle 16 nell’Aula Magna della Sede centrale dell’Ateneo.

La cerimonia sarà aperta dalla relazione del Rettore Paolo Andrei. A seguire gli interventi della Presidente del Consiglio degli Studenti Claudia Greco e della Presidente del Consiglio del Personale tecnico amministrativo Carla Sfamurri.

La prolusione sarà tenuta dal sociologo ed economista Mauro Magatti, docente di Sociologia generale all’Università Cattolica del Sacro Cuore, sul tema Abbiamo bisogno di voi. Stati di shock e intelligenza vivente delle nuove generazioni.

L’intervento conclusivo sarà del Ministro Maria Cristina Messa.

La cerimonia, a inviti, sarà trasmessa in diretta streaming sul sito web di Ateneo.

ALLE 10 A PIACENZA L’APERTURA DELL’ANNO ACCADEMICO DEL CORSO IN “MEDICINE AND SURGERY”
L’appuntamento di Parma sarà preceduto in mattinata, alle 10, nella Sala degli Arazzi del Collegio Alberoni di Piacenza, dalla cerimonia di apertura dell’anno accademico del Corso di laurea magistrale a ciclo unico in “Medicine and Surgery” dell’Università di Parma, attivato quest’anno nella sede di Piacenza.

Interverranno il Rettore Paolo Andrei, il Direttore Dipartimento Medicina e Chirurgia Ovidio Bussolati, il Referente del corso Marco Vitale, la Direttrice generale dell’Azienda USL di Piacenza Giuliana Bensa, il Direttore Generale alla Cura della persona, salute e welfare della Regione Emilia-Romagna Luca Baldino, la Sindaca di Piacenza Patrizia Barbieri.
La cerimonia è a inviti.

Il corso in “Medicine and Surgery”, interamente erogato in lingua inglese, è stato attivato dall’Università di Parma con la collaborazione dell’Ausl e del Comune di Piacenza e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna.