Università di Parma: dal 7 settembre test sierologici gratuiti per studenti e personale

18

Campagna di screening sierologico verso SARS-CoV-2, agente di COVID-19. Adesione su base volontaria previo appuntamento

PARMA – L’Università di Parma ha deciso di avviare una campagna di screening sierologico verso SARS-CoV-2, agente di COVID-19, per tutti i dipendenti e gli studenti dell’Ateneo. L’esame sierologico sarà disponibile, gratuitamente e su base volontaria, al Centro di Servizi per la Salute Igiene e Sicurezza nei Luoghi di lavoro – Servizio Medicina Preventiva dei Lavoratori, previo appuntamento. L’indagine sierologica viene svolta mediante il test rapido per l’identificazione degli anticorpi verso SARS-CoV-2. Come noto, si tratta di un test che, in pochi minuti e con la semplice puntura del polpastrello, consente di documentare l’eventuale pregresso contatto con il virus SARS-CoV-2.

Per l’appuntamento occorre prendere contatti con il Servizio Medicina Preventiva dei Lavoratori, per telefono al numero 0521 033101 oppure via mail all’indirizzo smedprev@unipr.it.

Il test sarà eseguito, previo rilascio del consenso informato, a partire dal 7 settembre 2020, dalle 8.30 alle 13, nei seguenti Plessi:

  • Ambulatorio dell’Unità di Medicina Legale al Dipartimento di Medicina e Chirurgia (Padiglione Anatomia-Medicina legale) con accesso laterale nella Traversa 3c, angolo Viale Istituti Universitari, piano terra, accesso indipendente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì;
  • Aula al piano terra del Centro Polifunzionale del Campus: martedì e giovedì.

Come da normativa regionale, le persone che risultassero positive alle IgM e alle IgG dovranno immediatamente rientrare al proprio domicilio e sottoporsi a quarantena volontaria anche rispetto ai conviventi. Queste persone riceveranno un appuntamento in tempi brevissimi per l’esecuzione del tampone rinofaringeo, che verrà analizzato nel Laboratorio di riferimento regionale. Se il tampone risulterà positivo, il laboratorio avvertirà l’AUSL competente che si attiverà secondo le norme vigenti.

I risultati del test rapido saranno consegnati a mano all’interessato, mentre i risultati dell’eventuale tampone saranno comunicati via mail al Servizio Medicina Preventiva dei Lavoratori del CESISLAV che contatterà il lavoratore tramite il medico competente.

Si ricorda che l’esito dell’indagine sierologica non dispensa dal rispetto delle ben note misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2, che l’Ateneo invita ad applicare scrupolosamente.