Un altro record per il Salone dell’orientamento: alle 17 già 8.122 ingressi

REGGIO EMILIA – Nuovo record per il Salone dell’orientamento promosso dalla Provincia di Reggio Emilia per accompagnare i ragazzi di terza media e le loro famiglie alla scelta delle scuole superiori, alla quale quest’anno sono chiamati – il prossimo gennaio – oltre 5.100 studenti. Alle 17 erano infatti già 8.122 gli ingressi a “La Provincia che orienta”, ben oltre le 7.270 presenze registrate a fine giornata dall’edizione 2017, quella fino ad oggi più partecipata.

Ancora un grande successo, dunque, per quella che, ormai dieci anni fa, è stata una felice intuizione della Provincia di Reggio Emilia, che ha fatto scuola in tutta la regione. “Una giornata che, in collaborazione con 21 istituti superiori e gli enti del sistema di formazione professionale, dedichiamo ai ragazzi di terza media e alle loro famiglie per raccontare la pluralità della ricchezza di offerta formativa della scuola reggiana”, ha detto la vicepresidente con delega all’Istruzione, Ilenia Malavasi, aprendo nel pomeriggio la seconda, come sempre affollatissima, presentazione collegiale da parte dei dirigenti scolastici nell’aula magna dell’Università. “Scuole diverse, tutte con docenti preparati e motivati, tra le quali sarà sicuramente possibile trovare quella migliore per ogni ragazzo e ogni ragazza, che a loro volta hanno intelligenza e talento differenti”, ha aggiunto Malavasi ricordando poi le altre due iniziative promosse dalla Provincia nel campo dell’orientamento: la guida che, anche quest’anno, entro Natale verrà consegnata ad ognuno degli oltre 5.100 ragazzi in uscita dalle scuole medie con tutte le informazioni utili per conoscere le nostre scuole e la loro offerta formativa, e Orienta.Net, lo sportello operativo dallo scorso maggio sempre a Palazzo Allende per percorsi di orientamento e ri-orientamento individuali e a piccoli gruppi.

Sull’impegno a tutto tondo della Provincia a favore della scuola si è quindi soffermato i presidente Zanni, ricordando il 24 milioni di investimenti che Palazzo Allende riuscirà a destinare alla manutenzione e, dunque, alle sicurezza delle scuole superiori, a partire dal nuovo polo scolastico in corso di realizzazione in via Fratelli Rosselli. “Una mole davvero significativa di interventi che confermano, nonostante le difficoltà nel reperire risorse in questi ultimi anni, un impegno costante per migliorare le nostre scuole”, ha aggiunto Zanni rivolgendo un consiglio ai ragazzi: “La scelta che state per compiere è importantissima per il futuro vostro, ma anche della nostra comunità, perché da voi arriverà la futura classe dirigente: fatela, dunque, con equilibrio, prestando attenzione a quello che richiede il mercato del lavoro, ma senza comunque dimenticare la vostra vocazione ed il vostro talento personale”.

Oltre alle due presentazioni collegiali in aula magna, la sede centrale dell’Università in viale Allegri ha ospitato, anche quest’anno, spazi espositivi per ogni scuola ed ogni ente del sistema di formazione professionale, dove docenti e studenti sono stati tutto il giorno a disposizione dei ragazzi. L’accoglienza, compreso un apprezzato rinfresco e la tradizionale torta tagliata dal presidente Zanni, dalla vice Malavasi e dalla dirigente scolastica Barbara Ghiaroni, è stata come sempre curata con grande efficienza da studenti e docenti del Motti.

Sabato prossimo il Salone dell’orientamento fa tappa in provincia

Sabato 7 dicembre il Salone dell’orientamento farà poi tappa in provincia. L’iniziativa si svolgerà nel pomeriggio, dalle 14.30 in poi, a Guastalla (istituti Russell e Carrara, via Sacco e Vanzetti 1); Castelnovo Monti, dove l’attività di presentazione di Cattaneo-Dall’Aglio e Mandela è prevista all’oratorio “Don Bosco”; Montecchio (istituto D’Arzo, via per Sant’Ilario 28/c );Scandiano (istituto Gobetti, via della Repubblica 41) e Correggio (liceo Corso in via Roma 15, convitto Corso in via Bernieri 8 e istituto Einaudi in via Prati 2).

Anche quest’anno, manifesti e volantini del Salone dell’orientamento sono stati realizzati grazie alla progettazione curata dagli studenti del “Pascal” di Reggio Emilia e alla stampa effettuata dal “D’Arzo” di Montecchio e Sant’Ilario, proprio per valorizzare le competenze dei ragazzi dei due indirizzi grafici.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito della Provincia di Reggio Emilia www.provincia.re.it oppure contattare il servizio Polaris, telefono 0522.444.855, e-mail polaris@provincia.re.it .