TPL: dalla Provincia di Rimini 90 mila euro in più per i piccoli e medi comuni

3

provincia di Rimini logoRIMINI – “La Provincia sempre più ente al servizio e supporto dei Comuni, soprattutto di quelli più fragili – dichiara il presidente della Provincia di Rimini Riziero Santi – e lo è anche nel trasporto pubblico dove assume gli oneri dovuti al miglioramento del servizio e all’implementazione di Metromare, da cui deriva un risparmio per i Comuni non attraversati da Metromare di 90 mila euro.”

Ieri mattina l’Assemblea di AMR ha esaminato il bilancio pre-consuntivo del 2020. E’ il primo bilancio che viene redatto dopo l’avvio di Metromare, seppure nella fase sperimentale. Ad un primo esame, risultano evidenti due punti. Il primo è che con l’avvio di Metromare sono state riviste alcune linee, tra cui anche la storica 11, e ciò ha comportato un risparmio di Km effettuati, di cui hanno beneficiato in primo luogo i Comune medi e piccoli, che quindi andranno a pagare di meno rispetto a quanto era stato indicato in fase di preventivo. La seconda questione riguarda il ruolo della Provincia, che come da regolamento e come aveva sempre sostenuto, pagherà il 25% dei costi dei km effettuati dalla nuova linea Metromare. Quindi nessun Comune non attraversato da Metromare pagherà costi aggiuntivi per la nuova linea. E’ evidente invece che Rimini e Riccione pagheranno la parte di propria competenza., secondo il criterio della ripartizione chilometrica. La Provincia, in sostanza, ha ancora una volta svolto il ruolo di “Casa dei Comuni ”, si è adoperata per migliorare i servizi e contenere i costi, soprattutto in funzione dei Comuni più fragili che spesso hanno difficoltà a chiudere i bilanci.

È la dimostrazione che il servizio pubblico può e deve migliorare a vantaggio di tutti i cittadini. Si tratta allora di continuare su questa strada introducendo nuovi servizi e migliorando e razionalizzando quelli esistenti.