Torna Vintage e non: il mercatino solidale dell’Antoniano di Bologna dal 7 al 10 aprile

44

BOLOGNA – Da giovedì 7 a domenica 10 aprile torna Vintage e non, il temporary shop benefico di Antoniano che offre la possibilità di acquistare abiti e accessori vintage per tutte le età e supportare il Centro Terapeutico di Antoniano, che dal 1982 segue bambini con fragilità fisiche e cognitive, aiutandoli a superare i momenti difficili e a costruire un futuro più sereno. Come ogni anno, sarà presente anche una sezione dedicata all’oggettistica, per tutti gli appassionati di bric à brac.

Il mercatino solidale sarà aperto dalle 10 alle 18.30 (con accesso da via Guinizelli 3) e il ricavato contribuirà a sostenere le attività del Centro Terapeutico, che permettono a 500 bambini, seguiti insieme alle loro famiglie, di avere il supporto riabilitativo specialistico di cui ognuno ha bisogno: sedute di psicologia, neuropsichiatria infantile, logopedia, fisioterapia, psicomotricità e musicoterapia.

La seconda vita di un abito o di un oggetto può, così, donare nuove opportunità a bambini che hanno bisogno di trovare la loro strada per crescere.

Per la 28ª edizione, il Vintage e non torna nello Studio Televisivo di Antoniano – da cui ogni anno va in onda su Rai 1 lo Zecchino d’Oro – ma quest’anno con una sorpresa in più: giovedì 7 aprile alle 17.30 ci sarà una speciale inaugurazione in musica con un’esibizione del Piccolo Coro dell’Antoniano.

In occasione del mercatino solidale sarà riallestita, negli spazi di Antoniano, la mostra per grandi e piccini Play the future. Un viaggio bellissimo con lo Zecchino d’Oro, per esplorare i sogni e i desideri dei bambini, per loro e per il Pianeta. Ad accompagnare i visitatori: la musica e i cartoni dello Zecchino d’Oro, insieme ai personaggi a cui il festival dedicato ai bambini ha dato vita e che popolano l’immaginario collettivo di tante generazioni. Al centro della mostra gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030, raccontati attraverso musica e contenuti multimediali.

La mostra Play the future sarà visitabile da giovedì 7 a domenica 10 aprile, dalle 10 alle 18.30, presso l’Antoniano. L’ingresso è gratuito.

L’accesso al mercatino Vintage e non e alla mostra Play the future avverrà da via Guido Guinizelli 3 e sarà garantito secondo le norme vigenti in materia di contenimento del virus covid-19.

Per info su Antoniano onlus: www.antoniano.it

VINTAGE E NON

MERCATINO SOLIDALE

Giovedì 7, venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 aprile, dalle 10 alle 18.30

Studio Tv dell’Antoniano di Bologna, via Guido Guinizelli 3

Giovedì 7 ore 17.30: esibizione del Coro dell’Antoniano

Contemporaneamente al mercatino sarà riaperta la mostra Play the future. Un viaggio bellissimo con lo Zecchino d’Oro, nei locali di Antoniano.

L’accesso al mercatino Vintage e non e alla mostra Play the future sarà garantito secondo le norme vigenti in materia del contenimento del virus covid-19.

ANTONIANO. L’Antoniano è un luogo dove si vive concretamente la solidarietà e dove le iniziative culturali, l’intrattenimento e la comunicazione sociale vengono declinati secondo i valori francescani, riprendendo, rinnovando e alimentando lo spirito francescano e mettendolo al servizio dei più deboli e del mondo dell’infanzia. Nasce dal  sogno di un giovane francescano  – Padre Ernesto – in un lager della Seconda guerra mondiale: “servire i poveri come in un ristorante” e mettere a frutto il talento dei giovani. Nasce da una promessa per l’avvenire da nutrire con tenacia e realizzare con perseveranza.

L’Antoniano è stato fondato nel 1954, quando i frati minori del Convento di Sant’Antonio di Bologna hanno posto le basi per una sfida importante: portare l’esperienza quotidiana e concreta del Vangelo in mezzo alla gente sull’esempio di San Francesco d’Assisi.  Le iniziative originarie – la mensa per i poveri, l’Accademia d’Arte Drammatica, il cinema-teatro – negli anni Sessanta sono state affiancate da attività del tutto inedite: le produzioni televisive e discografiche. Tra queste, lo Zecchino d’Oro destinato a diventare un attesissimo appuntamento annuale, una chiave dell’immaginario, un tassello importante nella storia della televisione italiana. Nel corso degli anni sono nate nuove realtà, come il Centro terapeutico Antoniano per i bambini disabili, e sono stati attivati nuovi progetti in favore dell’infanzia e di chi vive in situazione di emergenza e bisogno.

Attraverso il progetto “Operazione Pane” Antoniano, oltre ad essere molto attivo a Bologna, sostiene una rete di 17 mense francescane distribuite su tutto il territorio nazionale, offrendo sostegno per l’erogazione quotidiana dei pasti e per le successive attività di reinserimento sociale e lavorativo per le persone aiutate.

IL CENTRO TERAPEUTICO DI ANTONIANO. Il Centro Terapeutico di Antoniano, dal 1981, propone percorsi di riabilitazione, benessere e prevenzione per i bambini in età evolutiva e, grazie al supporto di operatori specializzati, accompagna le mamme e i papà per tutto il periodo di terapia dei loro piccoli. L’obiettivo è lo sviluppo delle potenzialità del bambino. Il centro è dedicato a quei bambini che devono costruire la propria autonomia convivendo con fragilità fisiche o cognitive.