Teatro del Baraccano con il nuovo progetto “Il Teatro della Gente” dal 27 maggio al 10 dicembre 2022

19
Cartolina Barbiere a Fumetti

BOLOGNA – Al Teatro del Baraccano riprende la programmazione 2022, inaugurando la stagione calda con un progetto fresco e divertente: Il Teatro della Gente, passeggiate e concerti, che permetterà ai partecipanti di vivere serate all’insegna della musica, nella Bologna di ieri e di oggi.

Tre diversi itinerari, ognuno dei quali sarà abbinato ad un concerto dell’Orchestra del Baraccano.

In tutto otto appuntamenti, da maggio a dicembre, guidati dalla verve tipicamente petroniana del tenore e scrittore bolognese Cristiano Cremonini e ideati e realizzati insieme al Teatro del Baraccano.

Le Passeggiate nel cuore di Bologna, che traggono idea e titolo dall’ultimo libro dell’artista, pubblicato da Calamaro Edizioni, vogliono far scoprire i luoghi e le persone che, nel corso dei secoli, hanno reso grande e rinomata nel mondo la Città delle Arti e della Musica.

Il Teatro Comunale, primo teatro pubblico d’Italia, la Basilica di San Petronio, il Conservatorio Martini, l’Accademia Filarmonica… ma anche tante importanti istituzioni ed edifici oggi poco conosciuti o scomparsi. Farinelli, “il più meraviglioso cantante del XVIII secolo”, il giovane Mozart, il vulcanico Rossini, il riservatissimo Verdi, fino ad arrivare a Wagner e alla sua “musica dell’avvenire”, che approdò in Italia 150 anni fa proprio grazie alla pionieristica, esterofila ed accogliente città dotta dell’Emilia-Romagna.

«Quante volte passiamo di fianco a palazzi e monumenti della nostra splendida città ignorandone completamente nomi e origini. Spesso però, fermandoci e lasciandoci trasportare dalla curiosità, scopriamo che molti di loro non ci sono del tutto indifferenti, anzi, in qualche modo ci appartengono, perché le persone e gli avvenimenti che nel corso della storia li hanno attraversati, suscitano istintivamente il nostro interesse e, a volte, una forte famigliarità, quasi un déjà vu. È ciò che spesso accade a me, quando, per costruire i miei libri scavo nelle fonti: mi lascio trasportare, mi immedesimo nelle vite altrui calandomi nei vari contesti storici. Questo vi proporrò durante le nostre passeggiate, un autentico tuffo nel cuore e nelle menti dei grandi miti dell’opera lirica…Siate curiosi come “cinni”!»

Cristiano Cremonini

Tutti i percorsi termineranno al Teatro del Baraccano. Dopo un breve rinfresco nella suggestiva cornice del Cortile del Teatro, si potrà assistere ad uno dei concerti in programma, eseguiti dall’Orchestra del Baraccano, diretta da Giambattista Giocoli. Nel mese di agosto i concerti si terranno nel Cortile del Teatro.

Numero massimo per le passeggiate: 30 persone, si consiglia l’acquisto on line.

Il Teatro del Baraccano si trova in via del Baraccano 2, sotto il grande Portico, noto come “Il Voltone”, riconosciuto tra i siti Patrimonio Unesco.

Il progetto è realizzato in collaborazione con Bologna Welcome, con il sostegno di EMIL BANCA Credito Cooperativo, con il patrocinio di CNA Bologna, di Lions Clubs International distretto 108Tb e in collaborazione con F.I.Te.L. Emilia-Romagna e Bologna e la casa editrice Calamaro Edizioni.

Le attività dell’Orchestra e del Teatro del Baraccano sono realizzate grazie al sostegno della Regione Emilia Romagna e del Comune di Bologna.

27 maggio 2022

Passeggiata fra i Portici di Strada Maggiore e via Santo Stefano

concerto

Il Barbiere a fumetti

Il Barbiere di Siviglia, musica e Manga

Passeggiata ore 18.30, ritrovo in Piazza della Mercanzia

Aperitivo nel Cortile del Teatro del Baraccano

Concerto ore 21.00 al Teatro del Baraccano

Costeggiando la torre degli Asinelli e imboccando Strada Maggiore, si incontra Palazzo Lupari, antica dimora di una diva bolognese del Bel canto. Proseguendo su questa via troviamo altre preziose residenze di personaggi illustri, come Palazzo Sampieri Talon, Casa Rossini e Palazzo Sanguinetti, oggi sede del prestigioso Museo Internazionale della Musica.

Giunti sotto l’inconfondibile porticato di Santa Maria dei Servi e proseguendo per via Guerrazzi, tappa obbligata è Palazzo Carrati, sede dell’Accademia Filarmonica, istituzione musicale fra le più antiche d’Europa.

Il percorso si concluderà al Teatro del Baraccano per un piccolo aperitivo nel Cortile del Teatro, a cui seguirà il concerto Il Barbiere a Fumetti, con l’Orchestra del Baraccano, diretta da Giambattista Giocoli.

Il Barbiere a Fumetti nasce da un’idea musicale: la suite di Vincenzo Gambaro sulle musiche dell’Opera di Rossini, arrangiata per orchestra a fiati.
A questa versione musicale il maestro Giocoli ha pensato di affiancare il racconto dell’intricata storia di Rosina, che qui viene rivelata dai disegni inediti della mangaka giapponese Tsukishiro Yūko.
Due linguaggi apparentemente lontani, uniti però dal racconto e dall’espressività.
La lirica si tuffa nella contemporaneità del fumetto giapponese, l’immediatezza dell’arte visiva si intreccia con il sonoro, restituendo una versione dell’opera nuova ed originale che sa parlare anche ad un pubblico giovane e contemporaneo.
I nuovi arrangiamenti che ATTI SONORI ha prodotto per orchestra da camera hanno dato vita ad una nuova partitura per 10 parti reali, in cui l’opera viene spogliata delle parti recitative e viene messa in scena solo la musica, mentre i fumetti vengono proiettati su un fondale scenografico e raccontano la storia attraverso la suggestione delle immagini.
Alcune brevi didascalie aiutano a comprendere al meglio l’ingarbugliata storia de Il Barbiere di Siviglia.

“Italia e Giappone, due paesi distanti, diversi, ma con una passione l’uno per l’altro.

Sono stato varie volte in tournée in Giappone e ho potuto notare che tutto ciò che è italiano è molto amato in Giappone e viceversa, e cosa c’è di più italiano dell’Opera e cosa di più giapponese del Manga? Mi è venuto spontaneo, quando è capitata l’occasione di ideare un progetto culturale fra i due paesi, progettare una produzione artistica che fondesse i due linguaggi. Ed ecco nato così IL BARBIERE A FUMETTI – musica e manga.”