“Stop alle bombe sui Civili”, anche da Piacenza si leva un richiamo di pace

42

PIACENZA – Anche il Comune di Piacenza, come deliberato ieri dall’assemblea consiliare, aderisce alla campagna “Stop alle bombe sui Civili”, promossa e coordinata dall’Associazione nazionale Vittime Civili di Guerra, in sinergia con la Campagna italiana contro le Mine e la Rete italiana Pace e Disarmo.

In occasione della Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo che ricorre oggi, 1° febbraio, sulla facciata del Municipio in piazza Mercanti è infatti esposto lo striscione che recita lo slogan “Stop alle bombe sui Civili”.

“Un gesto simbolico particolarmente significativo – sottolinea il sindaco Patrizia Barbieri – che esprime una sensibilità univoca da parte della Giunta e di tutti i consiglieri comunali, con i quali ho voluto subito condividere la richiesta avanzata, nel corso di un recente incontro, dal signor Ettore Fellegara, presidente della sezione locale dell’Anvcg, cui va il nostro sincero ringraziamento per l’impegno costante nel sensibilizzare la collettività su questo tema”.

L’iniziativa italiana si collega all’attività dell’International Network on Explosive Weapons (INEW), composta da 45 organizzazioni umanitarie presenti in numerosi Paesi e mirata a proteggere i civili dall’impiego di armi esplosive nei conflitti combattuti in aree urbane o ad alta densità di popolazione. Come richiamato nella delibera approvata da tutti i consiglieri partecipanti alla seduta del 31 gennaio, nel mondo sono in corso oltre 30 guerre, alcune delle quali in atto da diversi anni, con conseguenze gravi sulla sicurezza e l’incolumità delle popolazioni colpite, a cominciare dai bambini.

“Ne ha portato testimonianza anche il presidente Fellegara – aggiunge il sindaco Barbieri – ricordando amici e coetanei che rimasero seriamente feriti durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Purtroppo, la storia si ripete oggi in tanti contesti al cui dolore non possiamo restare indifferenti. Nella ricorrenza che, dal 2017, il Parlamento italiano ha istituito per ricordare le vittime civili di guerra,ci sembrava doveroso e importante dare voce a un messaggio di pace e solidarietà, che richiama l’attenzione della politica, delle istituzioni e di tutti i cittadini sull’urgenza di porre sempre l’umanità, la tutela delle persone e dei diritti in primo piano”.

Oggi, alle 15.30, al link www.streamliveevents.it/anvcg2022, si potrà seguire in diretta il webinar coordinato dal direttore di Rai News 24 Paolo Petrecca, con gli interventi, tra gli altri, del presidente del Consiglio nazionale Anci Enzo Bianco sul ruolo dei Comuni italiani nell’attuazione della legge 9 del 2017 (istitutiva della Giornata che si celebra il 1° febbraio) e del vice presidente nazionale Ancvg, Michele Corcio, sulla campagna “Stop alle bombe sui civili”, oltre alle testimonianze di chi ha affrontato, nel proprio cammino personale, questa difficile esperienza di vita.