Categorie: EventiPiacenza

Stagione di Prosa “Tre per Te” 2017/2018: Compagnia Scimone Sframeli, in scena al Teatro Filodrammatici da martedì 6 a giovedì 8 marzo

 

PIACENZA – Atteso appuntamento a Piacenza con la Compagnia Scimone Sframeli, in scena al Teatro Filodrammatici da martedì 6 a giovedì 8 marzo sempre alle ore 21 a chiusura del cartellone Altri Percorsi della Stagione di Prosa “Tre per Te” 2017/2018 del Teatro Municipale di Piacenza proposta da Teatro Gioco Vita, direzione artistica di Diego Maj, con la Fondazione Teatri di Piacenza, il Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, con Crédit Agricole – Cariparma main sponsor di Fondazione Teatri.

Lo spettacolo è “Amore” con cui Spiro Scimone e Francesco Sframeli proseguono il loro originale percorso drammaturgico ai bordi dell’umanità, all’interno di non luoghi, dove i personaggi non hanno nome e sono “tutti vecchietti”. In scena due coppie: il vecchietto e la vecchietta, il comandante e il pompiere.

Accanto a Scimone e Sframeli, rispettivamente anche autore del testo e regista dello spettacolo, vedremo Gianluca Casale e Giulia Weber.

Quattro figure si muovono tra le tombe. La scena è, infatti, un cimitero. Il tempo è sospeso, forse, stanno vivendo l’ultimo giorno della loro vita. Dialoghi quotidiani e surreali, ritmi serrati che intercettano relazioni, attenzioni e richieste fisiche che celano necessità sul limite tra la verità e la tragedia del quotidiano. L’Amore è una condizione estrema e, forse, eterna.

La scena è di Lino Fiorito, il disegno luci di Beatrice Ficalbi. Collaborano all’allestimento Roberto Bonaventura (regista assistente), Santo Pinizzotto (direttore tecnico), Giovanni Scimone (amministrazione) e Nino Zuccaro (realizzazione scena). Lo spettacolo, prodotto dalla Compagnia Scimone Sframeli in collaborazione con Théâtre Garonne Toulouse, ha ottenuto il Premio Ubu 2016 come miglior novità o progetto drammaturgico e miglior allestimento scenico, oltre alla nomination all’Ubu come miglior spettacolo.

La Compagnia Scimone Sframeli nasce nel 1994 grazie alla collaborazione artistica tra Spiro Scimone e Francesco Sframeli. In quell’anno i due attori, spinti dalla necessità di ricercare nuovi linguaggi, mettono in scena l’opera prima “Nunzio” scritta da Scimone, in lingua messinese. L’opera (premio IDI “Autori Nuovi” 1994 e Medaglia d’oro IDI per la drammaturgia 1995), si rivela tappa fondamentale del loro percorso artistico, grazie all’incontro con una delle figure più eminenti ed autorevoli del teatro internazionale: Carlo Cecchi. L’artista, infatti, cura la regia della spettacolo che debutta al Festival Internazionale “Taormina Arte”. Nel 1997 Scimone scrive “Bar”, interpretato insieme a Sframeli con la regia di Valerio Binasco e la scenografia di Titina Maselli. Nello stesso anno Scimone e Sframeli vincono il Premio UBU, rispettivamente come “Nuovo Autore” e “Nuovo Attore”. Nel 1999 i due attori interpretano “La festa” di Scimone (premio Candoni Arta terme per la nuova drammaturgia 1997) con la regia di Gianfelice Imparato. L’ opera nel 2007 viene messa in scena dalla Comédie Francaise al Théâtre du Vieux-Colombier di Parigi con la regia di Galin Stoev e l’anno dopo viene inserita nel programma della Stagione Culturale della Presidenza Francese dell’Unione Europea per essere rappresentata, insieme a Les Précieuses ridicules di Molière, nei paesi dell’est appartenenti alla Comunità Europea. Nel 2003 la compagnia coproduce con il Festival d’Automne à Paris, il Kunsten Festival des Arts di Bruxelles, il Théâtre Garonne de Toulouse e le Orestiadi di Gibellina, lo spettacolo “Il cortile” di Scimone (premio Ubu 2004 nuovo testo italiano), con la regia di Valerio Binasco. Nel 2006 Scimone scrive “La busta” che, con la regia di Sframeli, debutta al Festival di Asti (coproduzione del Teatro di Messina). Nel 2009 i due attori interpretano insieme a Gianluca Cesale e Salvatore Arena, lo spettacolo “Pali” (premio Ubu 2009 nuovo testo italiano) scritto da Scimone e diretto da Sframeli, messo in scena con grandissimo successo, in coproduzione con l’Espace Malraux-Scène Nationale de Chambéry e Asti Teatro. Nel 2012 debutta “Giù” di Scimone, con la regia di Sframeli e l’interpretazione dei due attori insieme a Cesale e Arena. Lo spettacolo (premio Ubu 2012 miglior scenografia) è prodotto dalla Compagnia insieme al Festival delle Colline Torinesi e al Théâtre Garonne de Toulouse. Nel 2015 Scimone e Sframeli interpretano insieme a Cesale e Giulia Weber lo spettacolo “Amore”, scritto da Scimone e diretto da Sframeli. Gli spettacoli della Compagnia Scimone Sframeli sono stati rappresentati in Inghilterra, Francia, Germania, Belgio, Spagna, Canada, Argentina, Portogallo, Olanda, Croazia, Grecia, Svezia e nei festival europei più prestigiosi, tra i quali il Festival d’Automne à Paris, il Kunsten Festival des Arts di Bruxelles, il Festival de Otoño a Madrid, Il Festival internazionale di Rotterdam, il Festival de Almada –Portogallo, Il Festival Inernacional de Teatro Mercosur Cordoba, Zagreb Festival. I testi sono tradotti in francese, inglese, tedesco, greco, spagnolo, portoghese, norvegese, croato, sloveno, danese e messi in scena in Francia, Germania, Portogallo, Spagna, Scozia, Grecia, Croazia, Slovenia, Svizzera, Belgio, Norvegia, Danimarca, Brasile, Cile, Venezuela. Sono anche pubblicati in Italia dalla Ubulibri, in Francia dall’Arche tradotti da Jean Paul Manganaro e Valeria Tasca, in Spagna dal Teatro del Astillero con la traduzione di Carla Matteini, in Portogallo da Artistas Unidos. Scimone e Sframeli hanno diretto e interpretato il film “Due amici” (tratto dall’opera teatrale “Nunzio”) vincitore del Leone d‘oro come miglior opera prima alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2002 e candidato come miglior opera prima 2002 al Premio David di Donatello, Nastri d’argento, European film awards (Oscar europeo).

A Piacenza la compagnia è conosciuta grazie alla programmazione di Teatro Gioco Vita che ha ospitato gli spettacoli “Bar” (stagione 2002/2003 “La grande illusione”), “Nunzio” (stagione 2003/2004 “Tre per Te” – Altri Percorsi, in parallelo alla proiezione del film “Due Amici”), “La busta” (“Tre per Te” 2007/2008 – Altri Percorsi) e “Giù” (Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena” 2013).

“TRE PER TE” Stagione di prosa 2017/2018 del TEATRO MUNICIPALE di Piacenza
è una rassegna di
TEATRO GIOCO VITA direzione artistica Diego Maj
FONDAZIONE TEATRI DI PIACENZA
in collaborazione con
FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO
main sponsor Fondazione Teatri di Piacenza CRÉDIT AGRICOLE Cariparma
con il contributo di
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI Dipartimento dello Spettacolo
REGIONE EMILIA ROMAGNA

LOCANDINA

Teatro Filodrammatici – ALTRI PERCORSI
martedì 6 marzo 2018 – ore 21
mercoledì 7 marzo 2018 – ore 21
giovedì 8 marzo 2018 – ore 21
Compagnia Scimone Sframeli
AMORE
di Spiro Scimone
con Francesco Sframeli, Spiro Scimone, Gianluca Cesale, Giulia Weber
regia Francesco Sframeli
scena Lino Fiorito
disegno luci Beatrice Ficalbi
regista assistente Roberto Bonaventura
foto di scena Paolo Galletta
direttore tecnico Santo Pinizzotto
amministrazione Giovanni Scimone
realizzazione scena Nino Zuccaro
produzione Compagnia Scimone Sframeli
in collaborazione con Théâtre Garonne Toulouse

Premio Ubu 2016
Miglior novità o progetto drammaturgico
Miglior allestimento scenico
Nomination Miglior spettacolo

BIGLIETTI TEATRO FILODRAMMATICI

Posto unico € 15 (intero) 13 (ridotto)
Studenti € 10

INFO E BIGLIETTERIA

TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 10-16.
Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Filodrammatici, via Santa Franca 33, tel. 0523.315578).

Per informazioni: Teatro Gioco Vita, Biglietteria/Promozione pubblico 0523.315578 info@teatrogiocovita.it

Condividi
Pubblicato da
Roberto Di Biase

Articoli recenti

26 ottobre 2018 – Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni

PARMA - Venerdì 26 ottobre 2018 è in programma l’evento “Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni” che…

17 ore passati

Le commissioni di domani a Palazzo d’Accursio

Mercoledì 26 settembre, nella sala Renzo Imbeni di Palazzo d'Accursio, sono in programma due sedute BOLOGNA - Mercoledì 26 settembre,…

18 ore passati

28 settembre: a “Parma prende la laurea” si parla di “Comunità inclusiva”

Alle 10 nell’Aula Magna dell’Università il secondo appuntamento della rassegna organizzata da Ateneo e Comune di Parma nell'ambito del progetto…

18 ore passati

Contributo economico per i danni causati dalle avversità atmosferiche del 10 agosto e 14 dicembre 2017

Il 23 ottobre scadono i termini per la presentazione della domanda FORLÌ - Con Delibera del Consiglio dei Ministri del…

19 ore passati

Servizio civile volontario in Comune a Piacenza, entro venerdì 28 settembre le domande

PIACENZA - Ancora pochi giorni di tempo – entro venerdì 28 settembre – per presentare la propria candidatura allo svolgimento…

19 ore passati

Oggi riunione del Consiglio di quartiere Santo Stefano

Martedì 25 settembre la seduta è in programma, alle 18.30, in via Santo Stefano 119 BOLOGNA - Martedì 25 settembre…

19 ore passati

L'Opinionista © 2008 - 2018 - Emilia Romagna News 24 supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Contatti - RSS - Archivio news - Privacy Policy - Cookie Policy

SOCIAL: Facebook - Twitter - Google Plus - Pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice