Spreco alimentare e rincaro prezzi

21

Too Good To Go lancia la sfida per non sprecare “neanche una briciola” di pane in Emilia-Romagna

BOLOGNA – In un momento di crescente attenzione per le risorse e la riduzione degli sprechi a esse associati, Too Good To Go – l’app contro lo spreco alimentare – ha deciso di concentrare l’attenzione su uno dei prodotti alimentari più importanti per i consumatori, ma allo stesso tempo più colpiti dal rincaro prezzi e dallo spreco: il pane, con l’obiettivo di non sprecarne “neanche una briciola”.

A partire dal 25 ottobre, Too Good To Go accenderà i riflettori proprio su questo alimento, simbolo della tradizione culinaria italiana, ma anche terzo prodotto più sprecato lungo la penisola dopo frutta e verdura*. E lo farà concentrandosi in particolare sull’Emilia-Romagna, una delle regioni più colpite dal rincaro dei prezzi. Infatti, in alcune città, come Ferrara e Forlì**, il prezzo del pane ha raggiunto prezzi da record, superando anche i 9 euro al kg.

Grazie all’app, gli utenti possono acquistare delle Magic Box, sacchetti a sorpresa di prodotti invenduti, ma ancora ottimi, a un terzo del prezzo. Un risparmio che su un bene primario, come il pane, ha un particolare valore per i consumatori. Too Good To Go, attraverso una collaborazione ancora più stretta con i propri partner e a segnalazioni ad hoc tramite l’app,  sfiderà i cittadini, fino al 5 novembre, a salvare più di 4000 pasti, restituendo un nuovo valore al pane e ai prodotti da forno dei locali aderenti sul territorio, aiutando allo stesso tempo il portafoglio.

Sin dal suo arrivo in Emilia-Romagna, l’app anti-spreco è stata accolta positivamente, contribuendo a salvare più di 370 tonnellate di pane e prodotti da forno. Sono circa 400 le panetterie che collaborano con Too Good To Go e che, insieme agli utenti dell’app, hanno evitato finora di vanificare l’emissione di 750 tonnellate di CO2e. Uno spreco non solo di cibo, ma anche delle risorse utilizzate per produrlo, equivalenti, per esempio, all’energia necessaria per 4,5 anni di docce calde e a 1,669,986 kWh (kilowattora) sprecati. Oltre a questo, è necessario considerare anche il risparmio economico per l’utente: acquistando una Magic Box alla settimana si può arrivare a risparmiare fino a 400 euro l’anno, una somma non indifferente in questo particolare periodo storico.

“L’Emilia-Romagna è tra le regioni più attive nel contrasto agli sprechi alimentari, ma anche tra le più colpite dal rincaro dei prezzi di prodotti essenziali come il pane.” commenta  Eugenio Sapora, Country Manager Italia di Too Good To Go. “Avere un impatto concreto sulla vita delle persone, attraverso uno strumento come Too Good To Go, è parte fondamentale della nostra missione anti-spreco, che non riguarda  solo il cibo ma anche tutte quelle risorse coinvolte in questo problema sempre più grande.”

Considerando che il 53% dello spreco alimentare avviene a livello domestico*** e l’importante tradizione italiana per le ricette di recupero, Too Good To Go propone la ricetta anti-spreco di Davide Sarti, Co-Fondatore di Forno Brisa, pensata per recuperare il pane raffermo:

INGREDIENTI

500 g pane raffermo

500 g latte

100 g uvetta

1 scorza di limone grattugiata

120 g burro

80 g zucchero di canna

1 uovo

50 g noci

100 g farina

Acqua q.b.

Ottenete 400 g di mollica dal pane vecchio, tagliatela a cubettoni e immergetela nel latte, insieme all’uvetta, in una ciotola.

Trascorsi circa dieci minuti, strizzate bene la mollica e l’uvetta, metteteli in una ciotola insieme allo zucchero e l’uovo, poi aggiungete il burro a cubetti.

Mescolate il tutto fino a che non si è amalgamato per bene. A questo punto aggiungete l’uvetta scolata, la scorza di limone, le noci e per ultima la farina a pioggia. Quando l’impasto è omogeneo, trasferitelo in una tortiera da 20/22 cm precedentemente imburrata. Infornate la torta per 50/60 minuti a 180°C gradi.

Forno Brisa è stato uno dei primi partner in Emilia-Romagna dell’app contro lo spreco alimentare, contribuendo a salvare 1.623 Magic Box dal 2019 ad oggi.