Sport, un questionario per capire i bisogni delle società

16

Prosegue il percorso di formazione per il mondo sportivo modenese. Baracchi: “Un supporto per accrescere le competenze gestionali e mantenere il ruolo sociale dello sport”

MODENA – Fare una fotografia del mondo sportivo modenese per comprenderne i bisogni e costruire, su questa base, un percorso di formazione sulle competenze gestionali.

È l’obiettivo del questionario che sarà inviato nei prossimi giorni a tutte le società e associazioni sportive modenesi per proseguire nel progetto di formazione avviato nel 2020 dal Comune di Modena.

L’intento del progetto, come spiega l’assessora allo Sport Grazia Baracchi, è “agire con una nuova consapevolezza sulle politiche per lo sport, individuando linee di intervento che diano un supporto al mondo sportivo, non in un’ottica assistenziale ma di potenziamento delle competenze gestionali da affiancare a quelle tecniche già di altissimo livello nella nostra città. Siamo convinti – ha proseguito l’assessora – che aumentando la capacità delle società sportive possiamo preservare al meglio anche il ruolo di coesione sociale che lo sport ha sempre avuto a Modena”.

Realizzato in collaborazione con la società SG Plus, il progetto parte, appunto, dalla distribuzione del questionario, da compilare on line, che dovrà fornire un quadro dell’articolazione delle società sportive, sia quelle che gravitano nell’ambito dell’offerta pubblica sia quelle che operano sul mercato privato. Le domande sono indirizzate anche a valutare l’impatto della pandemia sul mondo sportivo, a identificare bisogni specifici delle società, rilevare la rete già esistente o potenziale di collaborazioni territoriali e a raccogliere proposte.

Una volta conclusa la raccolta (che durerà circa un mese), saranno proposti dei focus group di approfondimento e confronto sui temi principali emerso dall’analisi dei dati. Partirà, quindi, il percorso di sviluppo delle competenze, basato sulle esigenze emerse, che prevede un ciclo di incontri (di persona, se le misure di contenimento del Covid-19 lo consentiranno) su temi centrali nella vita delle società sportive, come, per esempio, la programmazione societaria e il rapporto con il territorio o la comunicazione.