Spaccio di sostanze stupefacenti: l’arresto della Polizia Locale nel servizio serale

12
RIMINI – È iniziato con il controllo ai pallinari il servizio di ieri sera della Squadra di Polizia Giudiziaria, un presidio del territorio che prosegue senza sosta dall’inizio della stagione per garantire la sicurezza urbana in tutto il territorio.
Oltre 3 le batterie di pallinari messe in fuga dagli agenti che,  intervenuti in abiti civili nei viali delle regine a Marina Centro,  hanno fermato e sanzionato 6 persone di origini straniere notificando a ciascuna la multa da euro 1000, come prendere il regolamento di Polizia urbana.
La seconda parte della serata è stata dedicata ai controlli di prevenzione legati ad attività antidroga.  Nella zona di Miramare infatti gli agenti – attratti da alcuni movimenti sospetti nell’area del Parco Murri – sono intervenuti interrompendo un’attività di spaccio che stava avvenendo proprio in quel momento. Una veloce azione di pedinamento e controllo in cui è stato fermato e identificato un cittadino straniero di 45 anni, pizzicato in flagranza di reato mentre stava vendendo una dose ad un ragazzo italiano.  Dalla perquisizione personale è emerso che l’uomo nascondeva 16 grammi di hashish,  suddivisa già in 11 dosi confezionate pronte per la vendita, oltre a 120 euro, probabilmente proventi di attività di spaccio. Droga e soldi divenuti successivamente oggetto del sequestro fatto dalla Polizia Locale.

Condotto in comando per eseguire i prescritti rilievi dattiloscopici, l’uomo è stato tratto in arresto secondo la norma prevista dall’art. arti 73 (dpr 309/90) per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e oltre a ricevere una notifica per una sanzione di 1200 euro e stato mandato a processo per direttissima. Sentenza emessa subito questa mattina che lo ha visto condannato a 8 mesi di reclusione, in quanto in possesso di precedenti penali per reati specifici, oltre al divieto di dimora nella provincia di Rimini.