Sostegno al commercio, al via il bando per i 200 mila euro previsti dalla no tax area 2021

18

Dal primo marzo viene riaperto il periodo di presentazione delle domande per i contributi a sostegno delle imprese in diversi ambiti: dalle start up alle botteghe storiche, fino alla riattivazione temporanea di spazi sfitti o il contenimento degli affitti

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Si apre ufficialmente oggi il terzo e ultimo anno nell’ambito dell’articolato pacchetto No Tax Area del Comune di Rimini, che prevede misure a sostegno del commercio per il periodo 2019 – 2021, attraverso la concessione di contributi correlati alle imposte locali pagate.

L’investimento complessivo è di 600 mila euro, spalmati sui tre anni, con 200 mila euro per ogni annualità (2019 – 2020- 2021).

Da oggi è dunque attivo l’avviso pubblico riferito all’anno 2021 (https://www.comune.rimini.it/comune-e-citta/comune/sportello-unico-le-attivita-produttive/info-le-imprese/no-tax-area-2019-2021), che prevede le seguenti date per la presentazione delle domande: entro il 10 novembre 2021 per le start up di impresa ed entro il 10 gennaio 2022 per tutte le altre finalità. L’agevolazione è infatti articolata in quattro distinte finalità:

  1. “Start-up di impresa”: valorizzazione del centro atorico e dei borghi, promozione dello sviluppo occupazionale nel territorio comunale e sviluppo dell’imprenditoria giovanile nel territorio comunale
  2. “Negozi aperti, vetrine illuminate”: incentivi al contenimento dei canoni di affitto di locali a destinazione commerciale o produttiva e alla riattivazione temporanea di immobili non occupati da imprese attive
  3. “Botteghe Storiche”: sostegno alle botteghe storiche iscritte nell’albo comunale istituito ai sensi della Legge Regionale Emilia-Romagna n. 5 del 10 marzo 2008
  4. “Edicola Punto Digitale”: incentivo all’attivazione di servizi di rilascio di certificati anagrafici e altri prodotti digitali del Comune presso le rivendite di giornali e riviste.

A che punto siamo

Si è concluso il secondo periodo di riferimento della No Tax Area 2020. Le domande pervenute nel 2020 sono state complessivamente 78, con un incremento rispetto all’anno prima (nel 2019 sono state 42 le domande) dell’85%. Al momento sono in corso di ultimazione le verifiche istruttorie sul possesso dei requisiti da parte dei richiedenti, al termine delle quali gli aventi diritto riceveranno contributi pari al 100% della TARI 2020.

La dichiarazione dell’Assessore alla attività Jamil Sadegholvaad

“Si apre il terzo anno di questo progetto che prevede misure concrete a favore del settore commerciale e produttivo e che ha visto un forte aumento del trend di adesioni. Una conferma della bontà dell’iniziativa che dà supporto ai nostri commercianti, agli artigiani, alle botteghe, in un contesto economico particolarmente difficile e che rischia di mettere in ginocchio molte attività. L’auspicio è che anche per il futuro questa misura possa essere riproposta e potenziata, soprattutto per quanto riguarda il sostegno all’imprenditoria giovanile sull’intero territorio comunale”.