“SIMULinFE” per promuovere la cultura d’impresa

21
Presentazione SimulInFe Relatori

FERRARA Presentato a Ferrara nella mattinata di venerdì 23 settembre presso la Sala delle Muse dell’Ufficio Scolastico “SIMULinFE”, progetto congiunto di Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna, Emil Banca e Città del Ragazzo, che prevede la partecipazione delle istituzioni scolastiche di Ferrara e Provincia, all’interno dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO).

Il progetto, attuabile già a partire dall’anno scolastico in corso, ha la finalità di consentire agli studenti ferraresi che frequentano il triennio conclusivo del secondo ciclo di istruzione liceale, tecnica e professionale di acquisire una cultura di impresa attraverso un mix di attività formative.

La presentazione è stata curata dai partner dell’iniziativa e vi hanno preso parte diverse scuole del territorio quali gli istituti di istruzione superiore Aleotti-Dossi, V. Bachelet, Bassi-Burgatti, Copernico-Carpeggiani, L. Einaudi, Levi Montalcini, A. Roiti, F.lli Taddia, Vergani –Navarra.

Dott.ssa Veronica Tomaselli, Dirigente dell’UAT di Ferrara: “Siamo molto contenti di aver accolto anche nel territorio Ferrarese questo progetto, vista anche la positiva esperienza già realizzata con le scuole della provincia di Bologna. Considerata la rilevanza e le opportunità offerte, il progetto potrà far acquisire una cultura di impresa alle studentesse ed agli studenti Ferraresi che frequentano il triennio conclusivo del secondo ciclo di istruzione valorizzando le loro inclinazioni e aiutandoli a fare scelte consapevoli per il loro futuro”.

Lo scenario

“Oggi le imprese non richiedono tanto una competenza iper-specializzata dal punto di vista tecnico – spiega Giorgio Merlante, vicepresidente di Federmanager Bologna-Ferrara-Ravenna -, ma cercano prima di tutto qualità personali come autonomia, capacità di lavorare in team, di affrontare e risolvere problemi, responsabilità ed affidabilità, capacità di comunicazione, etica personale, autocontrollo, disponibilità all’apprendimento e al cambiamento.”

“Molto importante è anche possedere una ‘quota’ di imprenditorialità – prosegue Alberto Montanari di Emil Banca -, intesa come spirito di iniziativa, propositività e propensione al miglioramento continuo, anche nell’ambito del lavoro dipendente.”

“Tali qualità – sottolinea la professoressa Maria Mancino, referente dell’Ufficio di Ambito Territoriale di Ferrara -, insieme alle capacità tecniche specifiche di ogni settore e alle conoscenze di base linguistiche, matematico-scientifiche, storico-economico-sociali e digitali, definiscono la persona ‘competente’. Seguendo questa linea, abbiamo individuato tra i traguardi del progetto quello di creare una rete stabile di Istituti scolastici ferraresi e di altri soggetti territoriali, che collaborino per offrire opportunità nuove ed efficaci per l’educazione e l’istruzione dei giovani.”

Il modello didattico

Per favorire l’acquisizione e lo sviluppo di queste qualità, “SIMULinFE”, in accordo con il programma Simulimpresa, opera attraverso il modello didattico della Simulazione di Impresa.

“L’Impresa Simulata (I.S.) – spiega Giuseppe Sarti della Città del Ragazzo e responsabile del progetto – riproduce in massima parte il modo di operare di un’azienda, avvalendosi possibilmente del supporto di un’azienda reale (detta “madrina”), che rappresenta un modello di riferimento. L’obiettivo è quindi realizzare un’azienda virtuale gestita dagli studenti, che svolga un’attività di mercato in rete con altre imprese simulate italiane e internazionali con il coordinamento della Città del Ragazzo in qualità di Centrale Nazionale del Programma Simulimpresa.”

I moduli formativi

Tanti gli ambiti toccati durante il percorso formativo. Attività didattiche realizzate in ambienti di apprendimento in assetto lavorativo (le imprese simulate) in cui gli studenti svolgono a rotazione tutte le funzioni e ruoli aziendali, acquisendo competenze trasversali e gestionali, sotto la guida e con il supporto dei docenti di classe, preventivamente formati a tale scopo.

Interventi, testimonianze, lezioni ed esercitazioni realizzate da manager di impresa associati a Federmanager e da funzionari di Emil Banca, che approfondiranno contenuti importanti per i giovani cittadini e futuri lavoratori ed imprenditori. Tra questi, l’educazione finanziaria, il risparmio, gli investimenti, l’accesso al credito, oppure l’economia circolare e la sostenibilità, le strategie imprenditoriali, la startup di impresa.

Per informazioni sul programma è possibile mettersi in contatto con: UFFICIO DI AMBITO TERRITORIALE DI FERRARA, Prof.ssa Maria Mancino: mariamancino.pctouatfe@gmail.com

CITTÀ DEL RAGAZZO – CENTRO STUDI OPERA DON CALABRIA, ha il compito di simulare il mondo esterno a tutte le imprese simulate italiane che aderiscono al Programma Simulimpresa e di erogare servizi di consulenza telefonica e on-line alle Imprese Simulate (I.S.); formazione ed aggiornamento dei formatori delle I.S.; coordinamento della rete e dei contatti tra le I.S.; definizione degli standard di qualità per le varie operazioni delle I.S. offre direttamente alle imprese simulate italiane i seguenti servizi fondamentali: Istituti Bancari, fornitori di prodotti e materie prime, clienti delle Imprese Simulate che garantiscono un pacchetto di ordini programmato, fornitori di utenze: telefono, acqua, luce, gas, Enti dello Stato ed altri ancora. Info: https://www.simulimpresa.com/

EMIL BANCA è una banca di credito cooperativo aderente al Gruppo BCC ICCREA. Orientata alla responsabilità sociale, utilizza le risorse economiche per generare benessere e partecipare allo sviluppo dei territori in cui opera. 97 le filiali situate nelle province di Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Reggio Emilia, Mantova e Piacenza e oltre 700 i collaboratori al servizio della clientela. Esprime un legame con le comunità locali molto forte e radicato che si basa sul dialogo e la collaborazione con i diversi interlocutori economici e istituzionali. Per favorire la coesione sociale e creare benessere diffuso realizza direttamente iniziative educative, divulgative e socio-culturali, collabora con numerose realtà del territorio e, attraverso la concessione di contributi, ne sostiene economicamente l’attività. E’ impegnata nel sostegno alla diffusione di competenze in tema di educazione finanziaria in particolare a favore delle nuove generazioni. Info: https://www.emilbanca.it/

FEDERMANAGER BOLOGNA – FERRARA – RAVENNA, con all’attivo oltre 3000 iscritti, è la sede territoriale di FEDERMANAGER, organizzazione costituita nel 1945 che rappresenta e tutela 180.000 dirigenti, quadri e alte professionalità, in servizio e in pensione delle imprese produttrici di beni e di servizi. Gli associati sono manager di piccole, medie e grandi imprese, operano in tutti i settori dell’industria privata ed a partecipazione statale, compresi gli enti pubblici economici, nonché nelle attività ausiliarie e complementari dell’industria. Federmanager è presente su tutto il territorio nazionale tramite 55 associazioni territoriali le quali forniscono ai manager assistenza di carattere contrattuale, previdenziale, legale, fiscale e realizzano iniziative di natura culturale, formativa e di networking. Info: https://bologna.federmanager.it/