Settimana europea della mobilità, le iniziative di giovedì 22 settembre

7

Si chiude con la musica dei Têtes de Bois sul palco a pedali in Piazza Lucio Dalla. Nota congiunta di Comune e Città metropolitana

BOLOGNA – Si concludono giovedì 22 settembre le iniziative per la Settimana Europea della Mobilità a Bologna e nel territorio metropolitano. Alle 17, parte da via Erbosa 18/4 l’itinerario in bicicletta alla scoperta del Parco Grosso, mentre allo spazio eXtraBO si terrà la presentazione della Ciclovia del Santerno. Dalle 19, in Piazza Lucio Dalla, il confronto sulle trasformazioni urbane tra Bologna, Ghent e Münster e alle 21 l’evento speciale di musica sul palco a pedali dei Têtes de Bois: il primo eco-spettacolo al mondo interamente alimentato dal pubblico in bicicletta.

Il programma della Settimana Europea della Mobilità è organizzato da Comune, Città metropolitana di Bologna e Fondazione per l’Innovazione Urbana nell’ambito del Progetto Life Prepair.
Qui tutte le iniziative: https://www.comune.bologna.it/notizie/settimana-europea-mobilita-2022

Scarica tutto il programma: https://fondazioneinnovazioneurbana.it/images/2022_SEM/2022_SEM_PROGRAMMA.pdf?fbclid=IwAR1L_KtonzJ1LzVp2tHT0DsMAXjwrRjao8gYK5Uzr6zHvKvYg2j2cvO5NO4

Questo il programma di giovedì 22 settembre:

Pedala che ti racconto
Alle 17
Dove: cancello dell’area scolastica del CBF Tasso Inventore, via Erbosa 18/4
Racconti itineranti per grandi e piccini alla scoperta dei punti di interesse naturalistici al Parco Grosso. Rispettiamo natura e ambiente e arriviamo in bicicletta!
A cura di Biblioteca Lame – Cesare Malservisi, Biblioteca Casa di Khaoula, Biblioteca Corticella – Luigi Fabbri, in collaborazione con Fondazione Villa Ghigi e CBF Tasso Inventore

Presentazione della Ciclovia del Santerno
Dalle 17 alle 19
Dove: spazio eXtraBO in Piazza del Nettuno 1/ab
La Ciclovia del Santerno, inserita nel sistema più ampio della Bicipolitana della Città metropolitana di Bologna, si sviluppa lungo la Vallata del Santerno da Mordano a Castel del Rio, passando per Imola, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice.
Un percorso vario, tra le colline del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, solcate da una dorsale argentea che, in modo deciso e brusco, interrompendo i dolci profili collinari, conferisce e regala ambientazioni uniche: 44 km di puro stupore paesaggistico!
A cura di IF Imola Faenza Tourism Company

La mobilità che mobilita
Trasformazioni urbane per rimettere le persone al centro
Dalle 19 alle 21
Dove: Piazza Lucio Dalla
Il modo in cui ci sposta modifica profondamente il modo di relazionarsi in una città. La possibilità di usare i mezzi pubblici in modo agevole, gli spazi pedonali davanti alle scuole e le piazze di quartiere, giardini, orti e boschi urbani, gli specchi d’acqua, un tessuto capillare di percorsi ciclabili e la moderazione del traffico sono tutti elementi che contribuiscono a creare momenti di incontro, economia di prossimità e aumentano la qualità della vita.
Sono cambiamenti che richiedono la partecipazione ampia non solo delle istituzioni ma anche di tutti gli attori sociali e civili.
Alcune città europee hanno intrapreso questo percorso in tempi non sospetti e ora ne stanno godendo i frutti in termini di vivibilità, efficienza della mobilità e riduzione delle emissioni: incontriamo il Sindaco di Münster e l’Assessore di Ghent, due città esemplari nel panorama mondiale, per confrontare le strategie di sviluppo con i progetti che Bologna sta mettendo in campo come Bicipolitana, Impronta Verde, Area Verde, Città 30.
Saluti istituzionali di Comune e Città metropolitana di Bologna
Intervengono:
Filip Wattenew, assessore alla mobilità della città di Ghent (Belgio)
Markus Lewe, sindaco della città di Münster (Germania)
Catia Chiusaroli, responsabile servizio Pianificazione della mobilità sostenibile, Città metropolitana di Bologna
A cura di Fondazione per l’Innovazione Urbana e Comune di Bologna

Evento conclusivo della settimana: Palco a pedali dei Têtes de Bois
Dalle 21 alle 22
Dove: Piazza Lucio Dalla
Musica e bicicletta con Têtes de Bois – Palco a Pedali. La band italiana dal nome francese a partire dalla loro passione per la bicicletta, ha messo a punto il primo eco-spettacolo al mondo alimentato dal pubblico in bicicletta: l’energia elettrica che illumina il palco e lo fa suonare è generata da oltre 100 spettatori volontari, che, con le loro biciclette agganciate a uno speciale cavalletto collegato a una dinamo, pedalano per tutta la durata dello spettacolo. Semplicemente pedalando producono tutta l’energia necessaria per sostenere l’intero evento dal vivo.
Un evento speciale a cura di Entroterre Festival.
Per informazioni: https://www.culturabologna.it/events/tetes-de-bois-palco-a-pedali