‘Sei di Rimini te? La città e i suoi volti’

Sabato alle 20.30 alla Corte degli Agostiniani la tradizionale serata promossa dalla Clinica Nuova Ricerca, dedicata alla città e alla sua storia. Quest’anno il racconto sarà dedicato alla riminesità: le parole, i costumi, i luoghi e le persone

RIMINI – ‘Sei di Rimini te? La città e i suoi volti’ è il titolo della tradizionale serata ad ingresso gratuito promossa dalla Clinica Nuova Ricerca col patrocinio del Comune di Rimini e il contributo creativo del Cinema Fulgor quest’anno è dedicata alla riminesità.

Appuntamento sabato 31 agosto alla Corte degli Agostiniani dalle 20.30. I biglietti, distribuiti ad inizio settimana, in poche ore sono terminati. Sabato sera dalle 20.00 sarà possibile accedere solo per posti in piedi e fino al limite della capienza. In caso di maltempo la serata si svolgerà al Teatro Novelli.

‘Sei di Rimini te? La città e i suoi volti’ segue idealmente le due precedenti serate: la prima, nel 2017, fu dedicata a Fred Buscaglione e alla sua presenza nelle notti riminesi; la seconda, lo scorso anno, al mondo delle discoteche protagoniste dei leggendari anni ’80.

Sul palco della Corte degli Agostiniani anche il contributo musicale dell’orchestra Virgilio Ensemble diretta dal riminese Davide Tura, con brani originali che appositamente composti per un omaggio alla serata.

Saranno proiettati anche alcuni brevi spezzoni di film che raccontano Rimini ed il suo carattere. Da ‘Rimini Rimini’ di Sergio Corbucci a ‘L’Ombrellone’ di Dino Risi, ‘I Vitelloni’ e ‘Amarcord’ di Federico Fellini, ‘l’Ultima notte di quiete’ di Valerio Zurlini, ‘Cinema Grattacielo’ di Marco Bertozzi.

Si alterneranno vari contributi: dal racconto delle abitudini, dei luoghi ai personaggi che possono riassumere, oltre all’ H294 sul codice fiscale, i volti e i caratteri della città così amata dai suoi cittadini, dentro e fuori le mura.

Non mancheranno le sorprese e le risate, grazie alla presenza del cantastorie riminese Nevio Bedin, straordinario ‘barzellettiere’ che spopola sul web.