Secondo posto per la parmigiana Veronica Frosi a Salizzole

27

PARMA – Secondo posto per la parmigiana Veronica Frosi, tesserata Sport Center Parma e Anmil Sport, in occasione della prima gara stagionale al “9° Trofeo Vicentini Carni / 9° Trofeo Insieme senza barriere” che si è svolto a Salizzole (VR). L’handbiker, protagonista del progetto Obiettivo 3 di Alex Zanardi, ha disputato una gara in linea su un circuito cittadino falso-pianeggiante di 4 km, ripetuto per 45 minuti più un giro.

È stata una gara impegnativa soprattutto dal punto di vista dell’approccio e i soli 40 secondi di stacco dalla prima ne sono la testimonianza – spiega Veronica Frosi –. Peccato davvero ma del resto dovevo rompere il ghiaccio dopo un anno e mezzo lontana dalle gare. Ho avuto qualche difficoltà nel rettilineo d’inizio giro perché era abbastanza dissestato e mi costringeva a rallentare per non prendere troppi colpi alla schiena, così cercavo di recuperare velocità e distanza negli altri rettilinei. Ora capirò con il mio preparatore come migliorare, in particolare, la gestione di certe dinamiche durante la gara. Sono carica e fiduciosa; per me è un anno di grandi cambiamenti ed impegni, troverò sicuramento la strategia e il ritmo giusto per colmare e superare quel gap di 40 secondi”.

“Per noi questa gara era un test importante per valutare il lavoro che abbiamo iniziato a fare con Veronica da pochi mesi – analizza Enrico Olivieri, preparatore atletico dello staff di Sport Center -. Da novembre 2020 ci siamo concentrati sulla palestra, lavoro interrotto per un mese tra gennaio e febbraio a causa di un intervento. Siamo tornati in handbike solo 3 settimane prima della gara. In allenamento Veronica ha dimostrato un crescente miglioramento abbassando il suo tempo dai 5 min/km ai 3.40 min/km. Veronica è la più giovane di tutto il circuito degli handbiker ci sta che pecchi un pò d’inesperienza ma ha davvero tutto il tempo e le opportunità davanti a sé per esplodere”.

Prossima gara: 11 Aprile 2021, Campionati italiani Assoluti in linea, Massa.

Foto: Veronica Frosi – Enrico Olivieri