Scuola di legalità democratica, dal 28 novembre al 21 dicembre quattro incontri in streaming rivolti a professionisti, dipendenti pubblici, amministratori e cittadinanza

29

BOLOGNA – Prevenzione della corruzione, del riciclaggio e delle infiltrazioni mafiose nella gestione degli appalti, codice antimafia e gestione dei beni confiscati come beni comuni. Sono i temi della Scuola di legalità democratica che offre a professionisti e dipendenti pubblici quattro incontri con l’obiettivo di attivare una maggiore consapevolezza e coscienza sociale sui fenomeni illeciti. Da lunedì 28 novembre, sono previsti quattro momenti formativi specialistici, di due ore ciascuno, che saranno trasmessi attraverso una piattaforma online ed in diretta streaming con videoregistrazione, destinati a professionisti, dipendenti della Pubblica Amministrazione, amministratori locali e cittadini.

“Scuola di legalità democratica” ha come obiettivo principale quello di porre al centro la prevenzione e il contrasto dei fenomeni criminali e illegali, attraverso la formazione trasversale. Il progetto nasce da un accordo tra Comune di Bologna e Regione Emilia-Romagna è cofinanziato con i fondi della Legge Regionale 18/2016 “Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili”, ha il patrocinio di Anci Emilia-Romagna e si avvale della collaborazione di Avviso Pubblico.
Le giornate formative si possono seguire in streaming a questo link: www.comune.bologna.it/osservatorio-legalita/webinar

Il programma dei corsi

  • 28 novembre dalle 17 alle 19, Rischi e strumenti di prevenzione nella gestione degli appalti: criticità e attenzioni nella gestione degli appalti di grandi dimensioni, fra appalti, subappalti, avvalimenti, sub affidamenti e nuove norme. Relatore sarà Pierdanilo Melandro, Dirigente Pago PA, specializzato in contratti pubblici.
  • 7 dicembre dalle 17 alle 19, L’inquinamento dell’economia sana e il fenomeno del riciclaggio: focus sui subentri nelle attività commerciali e sulle segnalazioni all’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia. Relatore sarà appartenente a UIF, Unità di Informazione Finanziaria.
  • 14 dicembre dalle 17 alle 19, Beni confiscati come beni comuni: modelli, rischi e buone prassi nel riutilizzo dei beni sequestrati e confiscati da parte degli Enti Locali. Relatore sarà il Prefetto Bruno Corda, direttore ANBSC – Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità. All’intervento si assocerà l’illustrazione di una buona prassi da parte di un ente locale, impegnato nella gestione di un bene.
  • 21 dicembre dalle 17 alle 19, Codice delle leggi antimafia e misure di prevenzione: le modifiche del D.L. 152/2021 al Codice Antimafia, le garanzie nel procedimento di rilascio dell’interdittiva antimafia e le misure di prevenzione collaborativa. Relatore sarà Giuliano Palagi, Direttore Generale di Acer Campania

Tutti i seminari sono accreditati dagli ordini degli Architetti e dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna. È in corso l’accreditamento all’Ordine degli Avvocati di Bologna.
Per ottenere i crediti occorre iscriversi a tutto il programma o alle singole giornate entro le 12 del giorno feriale precedente la data di inizio del singolo momento formativo, mandando una mail all’indirizzo: StaffdelConsiglio@comune.bologna.it indicando: nome, cognome, ordine professionale/ente di appartenenza, numero di iscrizione all’Albo, numero di matricola per i dipendenti di enti pubblici (Comune di Bologna, Città metropolitana) e codice fiscale per i professionisti iscritti agli ordini.