Scuola al via, si riparte senza mascherina

0
Modena

Giovedì 15 settembre di nuovo in classe quasi 30mila tra bambini e ragazzi. Il saluto di sindaco e assessora all’Istruzione alle primarie Saliceto Panaro e Gramsci

MODENA – Giovedì 15 settembre suona la prima campanella del nuovo anno scolastico per quasi 30mila studenti di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, oltre che per i bambini delle scuole d’infanzia statali, mentre i cancelli dei servizi educativi comunali, appaltati, convenzionati e di Fondazione Cresci@mo si sono aperti alla fascia 0/6 anni già da inizio mese.

Dopo due anni di pandemia, in cui la frequenza scolastica è stata scandita da rigidi quanto necessari protocolli sanitari, quando non addirittura dalla didattica a distanza, la maggiore novità del nuovo anno scolastico sarà proprio l’assenza dell’obbligo dei dispositivi di protezione e del distanziamento, oltre che le nuove regole meno restrittive nel caso di Covid positivi.

Sono esattamente 12.420 gli alunni dei dieci Istituti comprensivi di Modena che entrano in classe giovedì: 797 nelle scuole d’infanzia statali, 6.856 alle primarie e 4.767 alle secondarie di primo grado a cui si aggiungono ulteriori 536 ragazzi che frequentano le secondarie di primo grado parificate Sacro Cuore e San Giuseppe.

Giovedì 15 settembre, alle 8.30, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e l’assessore all’Istruzione Grazia Baracchi saluteranno l’avvio del nuovo anno scolastico dalla scuola primaria Saliceto Panaro di via Frescobaldi 10 (Istituto Comprensivo 4) dove il Comitato genitori ha organizzato l’accoglienza dei bambini del primo anno. Successivamente, alle 9.15 circa si sposteranno anche alla scuola primaria Gramsci di strada Albareto 93 (Istituto Comprensivo 10), interessate da interventi di manutenzione straordinaria e riqualificazione, per un saluto ad alunni e docenti.

Accompagna l’avvio dell’anno scolastico il programma delle iniziative di Buon Anno Scuola che si apre con “Educazione fuori classe”, la presentazione degli Itinerari scuola-città per l’anno scolastico 2022-2023, i percorsi educativi e formativi integrativi della didattica, rivolti alle scuole della città, dal nido alle superiori, attraverso il coordinamento del Servizio Itinerari, che gli insegnanti possono prenotare dalla sezione riservata del sito MyMemo, completamente rinnovato. Tra le grandi conferme e le nuove proposte di quest’anno si confermano i temi della sostenibilità e dell’ambiente, di sicurezza e legalità, dell’educazione civica e cittadinanza con un’attenzione particolare al bullismo, anche declinato in nuovi linguaggi, come nel percorso per la scuola primaria “Stop Bully, un fumetto contro il bullismo” o scardinando gli stereotipi come nel nuovo itinerario “Abbracciamo(ci) nelle diversità”. Temi affrontati anche con gli studenti delle scuole medie attraverso il percorso “Bullismo, Cyberbullismo e prevaricazioni” oltre che con “Internet sicuro” un progetto trasversale a molti settori e assessorati sempre molto richiesto.

A proposito di educazione, nuove tecnologie e nuovi linguaggi, nell’ambito di Buon Anno Scuola un’ampia sezione di Smart Life Festival (in programma a Modena dal 29 settembre al 2 ottobre) vedrà protagonista la scuola. Smart Life School sarà il marchio identificativo di tutte le attività inserite nel Festival dedicate ai temi dell’educazione nei contesti scolastici e delle proposte laboratoriali che si svolgeranno negli atelier digitali dei 10 Istituti comprensivi della città.