Scattano le misure emergenziali per la qualità dell’aria fino a lunedì 22 novembre con lo stop ai diesel euro 4

11

Domenica ecologica il 21 novembre

PARMA – A seguito delle proiezioni di Arpae relative al possibile sforamento dei valori limite giornalieri del PM10, scattano le misure emergenziali da domani, sabato 20 novembre, e fino a lunedì 22 novembre, che prevedono lo stop ai diesel Euro 4. Il provvedimento rientra tra quelli previsti a livello regionale in base alle misure adottate dalla Regione Emilia Romagna, e collegate al Pair 2020.

Il meccanismo prevede, infatti, l’emissione dei bollettini ARPAE nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, effettuati non più sui dati di rilevamento dei giorni precedenti, ma con un sistema di valutazione integrato che si fonda sulla previsione meteorologica e di qualità dell’aria per i giorni successivi, prevedendo i possibili sforamenti.

Le misure emergenziali prevedono: la limitazione della circolazione dei veicoli diesel Euro 4,  dalle 8.30 alle 18.30, entro l’anello della tangenziale; l’abbassamento temperature medie nelle abitazioni fino a 19° e negli spazi commerciali e ricreativi fino a 17°; divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio); divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva <4*; divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli; divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Sono confermate, nella giornata di lunedì, le limitazioni al traffico, dalle 8.30 alle 18.30, entro l’anello della tangenziale, per veicoli a benzina pre – euro, Euro 1 e Euro 2; cicli e motocicli pre – euro ed Euro 1, oltre che per i veicoli Gas metano/benzina e G.P.L./benzina omologati pre euro ed Euro 1 e per i diesel fino ad Euro 4.

Domenica 21 novembre 2021 è inoltre prevista la domenica ecologica, con stop ai mezzi inquinanti entro l’anello delle tangenziali, dalle 8.30 alle 18.30. 

Le limitazioni alla circolazione veicolare previste nella domenica ecologica coincidono esattamente con quelle già previste per le MISURE EMERGENZIALI comprendendo la domenica.

Le auto potranno raggiungere i parcheggi scambiatori:via Emilia Ovest, via Traversetolo-Esselunga (parcheggio scambiatore Sud – Est), Cavagnari, Palasport e Via Confalonieri. Inoltre è possibile accedere con auto soggette al divieto anche ai due parcheggi coperti del Duc – Direzionale Uffici Comunali, da viale Mentana, ed all’attiguo Dus, da viale Fratti – che saranno, quindi, percorribili. A questi si aggiungono i parcheggi scambiatori Nord, Est e Sud, il parcheggio di strada dei Mercati e quello di via Mantova-via Scola. Sarà anche utilizzabile il parcheggio Toschi, raggiungibile solo percorrendo viale Europa, via IV Novembre in entrata, viale Toschi e viale Bottego in uscita e Park Stazione FS via Villa Sant’Angelo. Sarà raggiungibile il parcheggio dell’Ospedale Maggiore di Via Volturno, Via Abbeveratoia, mediante itinerario indicato nel testo del provvedimento. Sarà inoltre raggiungibile il parcheggio di Viale della Villetta attraverso Strada Farnese e Viale della Villetta e il parcheggio di Piazza Lago Santo (fronte opposto “Piccole Figlie”) attraverso Strada Farnese,Via Baganza e Via Po.

Si ricorda che gli automobilisti possono usufruire dei parcheggi scambiatori. I parcheggi scambiatori in città sono 8 e gli autobus che li collegano si muovono su tre assi: Nord – Sud, Sud est – Sud Ovest e Est – Ovest. 

I parcheggi sono collegati con il centro città da linee urbane. 

Il parcheggio Sud Est, in via Traversetolo (uscita 17 della tangenziale) è servito dalle linee 8 e 11. 

Il parcheggio Sud, in via Langhirano, vicino alla rotonda del Campus universitario (uscita 15 della tangenziale), è servito dalla linea 21 nei giorni feriali e dalla linea 7 nei giorni festivi.                          

Il parcheggio Nord, nei pressi del casello dell’Autostrada A1 (uscita 6 della tangenziale), è servito dalle linee 1 e 7. 

Il parcheggio Ovest, sulla via Emilia, nei pressi dell’intersezione con la tangenziale (uscita 10), è servito dalla linea 23 nei giorni feriali e dalla linea 3 nei giorni festivi. 

Il parcheggio Est, nei pressi del quartiere Ex-Salamini (uscita 19 della tangenziale), è servito dalla linea 23 nei giorni feriali e dalla linea 3 nei giorni festivi. 

Il parcheggio di Viale Villetta (uscita 13 della tangenziale) con emettitrice automatica in Viale Villetta/angolo via Stirone, è collegato al centro città con la linea 1. 

Il parcheggio Palasport, in largo Beccaria, (uscita 12 della tangenziale) è servito dalla linea 5. 

Il parcheggio Cavagnari, (uscita 12 della tangenziale) è collegato al centro con la linea 6.

Per chi lascia la macchina al parcheggio è possibile acquistare il biglietto presso le emettitrici automatiche: solo € 2,50 per parcheggiare e utilizzare qualsiasi autobus della rete urbana, tutto il giorno. Una soluzione conveniente. E’ possibile utilizzare anche un biglietto ordinario che, timbrato in vettura, avrà validità limitata a 80 minuti.  Questo vale anche per le linee notturne incluse nel prezzo.  

Chi può circolare domenicagli autoveicoli alimentati a benzina omologati Euro 3 o superiori; autoveicoli con alimentazione diesel omologati Euro 5 o superiori. Gli autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida e gas metano/benzina o GPL/benzina omologati Euro 2 e successivi; gli autoveicoli con almeno tre persone a bordo (car pooling) ciclomotori e motocicli elettrici; inoltre veicoli derogati in ordinanza quali ad esempio, famiglie con una fascia Isee inferiore a 19.000 €; veicoli di turnisti, veicoli diretti agli alberghi, i veicoli di persone che svolgono attività di tipo sanitario, i mezzi che trasportano prodotti deperibili, i mezzi con a bordo portatori di handicap, e tutti gli altri veicoli espressamente indicati nell’ordinanza pubblicata integralmente sul sito del Comune di Parma.

Sanzioni. In caso d’inosservanza dei provvedimenti è prevista la sanzione amministrativa di cui all’art. 7, comma 13 bis del Codice della Strada, pari a 168 euro, ridotti a 117,60 se pagata entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale.