San Marino: il voucher-vacanza

50

Per chi soggiornerà sul Titano tre notti al costo di una: campagna al via il 15 marzo ma per le strutture alberghiere è già possibile aderire all’iniziativa della Segreteria di Stato per il Turismo

SAN MARINO – In risposta alle ricadute negative sul comparto turistico, conseguenti ai necessari provvedimenti per il contenimento del contagio da Covid-19 che hanno determinato misure restrittive alla circolazione delle persone, la Segreteria di Stato per il Turismo e l’Ufficio del Turismo, considerata la necessità urgente di intervenire a supporto del comparto e al fine di limitare gli effetti avversi e favorire la ripartenza, hanno ideato un’iniziativa incentivante per attirare flussi turistici verso la Repubblica di San Marino.

Il Decreto Legge 12/2020 prevede “Misure di incentivazione ai flussi turistici e di sostegno per le strutture ricettive” e l’istituzione dei “Voucher Vacanza San Marino”. La scelta è quella di proporre un’offerta per soggiorni da tre notti presso le strutture alberghiere sammarinesi nella quale solo il costo del primo pernottamento è a carico del cliente, mentre la seconda e la terza notte saranno a carico rispettivamente dell’Ufficio del Turismo e della struttura stessa.

A sostegno del progetto sono stati stanziati 140.000 euro per la copertura degli incentivi e ulteriore budget per la campagna di comunicazione e per un piano media digitale.

L’Ufficio per il Turismo ha già inviato alle strutture alberghiere una circolare contenente gli aspetti operativi per la gestione dei “Voucher Vacanza San Marino” e i moduli per la richiesta di adesione alla promozione. L’auspicio è che da parte degli operatori sammarinesi vi sia ampia partecipazione, condizione necessaria per la buona riuscita dell’iniziativa che sarà attiva dal prossimo 15 marzo.