Categorie: Attualità Emilia RomagnaParma

San Leonardo: ingerisce 4 ovuli pieni di cocaina, scoperto e denunciato dalla Polizia Municipale

PARMA –  Fermato domenica sera dagli agenti della Polizia Municipale, nell’ambito dell’attività di presidio e controllo operativo della Municipale, nel quartiere San Leonardo, uno straniero che ha tradito un comportamento inconsueto. Il motivo? Aveva con sé 4 ovuli di cocaina che non ha esitato ad ingerire. Scoperto dagli agenti, dopo i controlli del caso, è stato denunciato a piede libero per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

L’operazione è stata portata a termine dalla Municipale nella serata di domenica durante le consuete attività di presidio e controllo. Ecco come sono andati i fatti: gli agenti hanno notato un giovane di origini straniere che, alla vista degli uomini di strada del Taglio, ha cercato di allontanarsi.

E’ stato, quindi, fermato e, alla richiesta di esibire i documenti, il giovane di 20 anni, cittadino nigeriano, residente ad Avellino, con regolare permesso di soggiorno, ha assunto un atteggiamento nervoso ed insofferente. E’ perfino giunto a spintonare gli agenti della Polizia Municipale per sottrarsi agli accertamenti.

Durante le fasi concitate del fermo, gli stessi agenti della Polizia Municipale hanno notato il giovane mentre deglutiva qualcosa che aveva in bocca. Il sospetto che si trattasse di ovuli di droga è stato confermato dagli accertamenti sanitari avvenuti con il consenso dell’uomo.

Sono stati recuperati 4 ovuli contenenti una sostanza stupefacente, polvere bianca, che è stata sequestrata unitamente al denaro in possesso del giovane, come probabile provento dell’attività illecita. L’uomo è stato, quindi, denunciato a piede liberto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

Il commento dell’assessore Casa. “L’operazione di domenica è la conferma che la polizia municipale svolge anche attività di polizia giudiziaria in contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Questa attività avviene normalmente congiuntamente alle altre forze dell’ordine, ma anche autonomamente nel caso in cui si dovessero riscontrare situazioni anomale nell’ambito della continua attività di presidio del territorio. Ci tengo a ricordare che è da almeno tre anni che questo genere di presidi, con lampeggianti rigorosamente accesi, vengono svolti nei quartieri dove vi è maggiore necessità”.

Articoli recenti

Inizia la stagione del settore giovanile della Grissin Bon

REGGIO EMILIA - Prenderà il via questa settimana la stagione 2018/2019 del Settore Giovanile di. La prima formazione a ritrovarsi…

3 ore passati

Oro europeo di Laura Peveri e ori italiani di Matilde Zucchini, le congratulazioni del sindaco Patrizia Barbieri

PIACENZA - E’ un momento davvero felice per lo sport piacentino. Dopo l’emozione del doppio oro mondiale di Silvia Zanardi…

3 ore passati

Provincia di Modena: tra Castelnuovo Rangone e Spilamberto da martedì 21 agosto lavori notturni lungo la sp 16

MODENA - Tra la frazione di Settecani di Castelnuovo Rangone e Spilamberto, lungo la strada provinciale 16, sono previsti lavori…

3 ore passati

Domani il Festival internazionale dei Giovani

Martedì 21 agosto in piazza Cavalli artisti da Taiwan, Romania, Georgia e Russia PIACENZA - Si esibiranno martedì 21 agosto…

3 ore passati

Rinnovata la Commissione Qualità architettonica e paesaggio

CESENA - Nelle settimane scorse la Giunta comunale ha approvato la delibera di nomina della nuova Commissione Qualità Architettonica e…

4 ore passati

Dichiarazione dell’Amministrazione comunale di Rimini

RIMINI - L’Amministrazione comunale di Rimini esprime il proprio ringraziamento per l’attività che Polizia di Stato e Carabinieri ed in…

4 ore passati

L'Opinionista © 2008 - 2018 - Emilia Romagna News 24 supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Contatti - RSS - Archivio news - Privacy Policy - Cookie Policy

SOCIAL: Facebook - Twitter - Google Plus - Pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice