Sabato mattina chiuso il ponte sul Crostolo tra Guastalla e Gualtieri

28
Ponte Crostolo Sp62 tra Guastalla e Gualtieri

REGGIO EMILIA – La Provincia di Reggio Emilia informa che sono stati recentemente ultimati i lavori di ripristino delle strutture in cemento armato e degli apparecchi di appoggio del ponte sul torrente Crostolo sulla Sp 62R Cispadana, al confine tra i comuni di Guastalla e Gualtieri. Per procedere al collaudo del manufatto, nella mattina di sabato 12 febbraio, dalle 8.30 alle  12.30, sarà necessario chiudere il ponte al traffico, che verrà deviato sui seguenti percorsi alternativi, opportunamente segnalati.

All’intersezione tra la Sp 42 Novellara-Guastalla e la Cispadana, in località San Giacomo di Guastalla, i veicoli diretti a Gualtieri e Boretto saranno indirizzati su via Sacco e Vanzetti, quindi su strada Cavalcavia, via Ferrara e via Cisa Ligure fino al territorio comunale di Gualtieri, dove proseguiranno su via Roma, via Giardino, via Codisotto a Mane, quindi sulla Sp 63R del Cerreto fino all’intersezione con la Cispadana.

All’intersezione tra la Sp 63R del Cerreto e la Cispadana, i veicoli diretti a Guastalla e Luzzara saranno invece indirizzati sulla Sp 63R in direzione del centro di Gualtieri, quindi su via Codisotto a Mane, via Giardino e via Roma fino al territorio comunale di Guastalla, dove proseguiranno su via Cisa Ligure, via Ferrara, strada Cavalcavia e via Sacco e Vanzetti in direzione Reggio Emilia, fino all’intersezione con Cispadana.

Quello appena ultimato è un complesso intervento di manutenzione straordinaria che la Provincia ha avviato a fine settembre, grazie a 380.000 euro stanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, utilizzando una procedura appositamente studiata per evitare la chiusura al transito del ponte durante le attività di cantiere, attraverso anche il sollevamento e il riposizionamento delle singole travi. La manutenzione del ponte sul Crostolo tra Guastalla e Gualtieri è uno dei tanti interventi che la Provincia di Reggio Emilia – grazie ai finanziamenti finalmente concessi negli ultimi anni, dopo i pesantissimi tagli imposti a partire dalla Legge di stabilità 2015 (123,4 milioni in meno nell’ultimo quinquennio) – ha in programma di realizzare sulla Variante Cispadana e che, in futuro, interesseranno anche il cavalcaferrovia poco più ad ovest e gli altri due ponti sulla Sp 42 e sul canale di bonifica.