Riscaldamento, il Comune consente l’accensione facoltativa degli impianti fino al 3 maggio compreso

16

BOLOGNA – Il Sindaco Virginio Merola ha firmato un’ordinanza che consente l’accensione facoltativa degli impianti di riscaldamento fino al 3 maggio 2021 compreso, perché molti sistemi, nonostante le temperature minime siano in linea con le medie stagionali, non garantiscono comfort climatico nelle case e dunque è necessario tutelare la salute soprattutto delle fasce più deboli della cittadinanza come gli anziani, i bambini, le persone in condizioni sanitarie precarie.

Il Comune di Bologna fa parte della fascia climatica per la quale il periodo di funzionamento degli impianti di riscaldamento è previsto dal 15 ottobre al 15 aprile per 14 ore giornaliere. Il 15 aprile era stata già firmata un’ordinanza che consentiva l’accensione dal 15 al 26 aprile compreso.

Dunque fino al 3 maggio 2021 compreso, a Bologna è consentita l’accensione facoltativa degli impianti termici per la climatizzazione invernale per tutte le categorie di edifici, per un limite massimo di 7 ore giornaliere (senza superare la temperatura di 20 gradi). L’invito è di limitare l’accensione alle ore più fredde della giornata.