Rinegoziazione dei canoni di locazione

3

municipio di forlìAvviso pubblico per la concessione di contribuiti per la riduzione dell’affitto o la rinegoziazione del contratto

FORLÌ – Rinegoziare il canone di locazione per fronteggiare le difficoltà economiche delle famiglie più fragili incorse in una contrazione del reddito originata anche dall’emergenza sanitaria da covid-19.
È questa la possibilità fornita dall’Assessorato al welfare e politiche per la famiglia del Comune di Forlì, grazie allo stanziamento di risorse regionali, con la pubblicazione di uno specifico avviso pubblico – attivo da lunedì 11 ottobre e fino al 30 ottobre 2021 – che prevede la presentazione di domande per l’erogazione di un contributo economico “una tantum” in particolari circostanze: la rinegoziazione dell’attuale canone di locazione privato con una diminuzione di almeno il 20%, mantenendo in essere il contratto di locazione vigente; la rinegoziazione dell’attuale contratto di locazione a canone libero, in un nuovo contratto a canone concordato (Legge n. 431 del 1998 art. 2, comma 3); dichiarazione ISEE del conduttore (inquilino) – anno 2021 –  non superiore a € 35.000,00. Il contributo “una tantum” varia per l’importo da un minimo di € 1.500,00 fino a € 4.000,00 – in base alle caratteristiche specifiche della rinegoziazione.
“Dopo il terzo bando per l’erogazione di buoni spesa e la concessione di risorse straordinarie per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità da distribuire attraverso i pacchi alimentari, quest’Amministrazione, grazie al supporto economico della Regione, interviene sulle modalità di accesso alle abitazioni in locazione e attiva uno strumento importante per favorire la rinegoziazione dei contratti” – spiega in una nota l’assessore Rosaria Tassinari – “si tratta di un metodo semplice ed immediato volto a dare ossigeno al mercato immobiliare del nostro territorio e garantire un sostegno effettivo a chi versa in condizioni di difficoltà economica. Attraverso questo avviso, infatti, saremo in grado di erogare il contributo direttamente al proprietario dell’alloggio che a sua volta potrà scontare l’importo del canone pattuito con il locatario. È chiaro che il beneficio di questa manovra è duplice. Da un lato il conduttore potrà beneficiare di una riduzione immediata dell’affitto” – conclude la Tassinari – “dall’altro il proprietario dell’immobile potrà mantenere inalterato il valore del proprio stabile rinegoziando la tipologia e i termini del contratto”.
Le domande si presentano ai CAF convenzionati con il Comune di forlì il cui elenco (con relativi indirizzi e recapiti) è visibile nel sito istituzionale del Comune. Sempre nel sito web del Comune di Forlì è scaricabile il testo dell’avviso pubblico e la modulistica di riferimento.
Per ulteriori informazioni:
– Sportello Sociale – tel. 0543.712888
– Ufficio Casa del Comune di Forlì – tel. 0543.712785 opp. 0543.712769.