Rigo, tromba & Mettadelli, organo in “Echi di gioia” il 14 aprile nella Chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino

47
Mettadelli-Stefania

FORLÌ –  Echi di gioia

Concerto per tromba e organo

ROBERTO RIGO tromba

STEFANIA METTADELLI organo

Venerdì 14 aprile ore 21.00

FORLÌ – Chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino

Nuovo appuntamento con Forlì Grande Musica, la rassegna organizzata da Emilia-Romagna Festival e Young Musicians European Orchestra in collaborazione con il Comune di Forlì, che venerdì 14 aprile alle ore 21.00, presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino di Forlì, presenta sul palco un duo organo e tromba con due musicisti di fama internazionale, Roberto Rigo alla tromba e Stefania Mettadelli all’organo.

Il duo tromba e organo è un grande classico tra le varie formazioni che può vedere l’organo come strumento d’insieme e non come solista. È una formazione molto praticata, nonostante le origini dei due strumenti siano molto distanti tra loro per cultura e tradizione. La tromba nasce come strumento militare, usato in battaglia per segnalare le azioni dell’esercito, grazie alla potenza dei suoi squilli; l’organo invece nasce come piccolo oggetto “portativo” per far musica nelle corti rinascimentali, per trovare poi il suo massimo splendore nelle chiese come unico strumento ammesso al rito ecclesiastico, oltre le voci. Eppure, i due strumenti stanno benissimo insieme, forse perché i timbri si fondono bene, tant’è che molti compositori hanno scritto brani per questa formazione, dai grandi compositori del barocco ad arrivare al Novecento pieno.

Roberto Rigo, uno dei più stimati trombettisti italiani della sua generazione, vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, con grande esperienza orchestrale, avendo suonato con tutte le maggiori orchestre italiane, dalla Filarmonica della Scala all’Accademia di Santa Cecilia, si cimenta in brani di grande effetto virtuosistico e musicale, come il concerto in re maggiore di Telemann, una bella Suite di Händel, l’Adagio di Giuseppe Verdi, le variazioni su un tema della “Norma” di Bellini scritte da Jean-Baptiste Arban e l’Adagio del compositore del ‘900 Gerhardt Lagrange.

Stefania Mettadelli condivide e contribuisce alla brillantezza di questo concerto suonando anche diversi brani per solo organo di grandi autori del Settecento, come Alessandro Scarlatti e Domenico Cimarosa, proponendo poi anche due autori meno conosciuti ma non meno interessanti, come Ferdinando Bertoni e Padre Davide da Bergamo. Anche la Mettadelli è musicista di grande esperienza; pianista prima che organista, ha studiato organo con diversi eccellenti maestri e svolge una intensa attività concertistica e didattica che la porta in diversi paesi europei a proporre la sua arte e le sue esperienze musicali.

INGRESSO

Libero fino ad esaurimento dei posti.

CON IL SOSTEGNO DI

MIC Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Comune di Forlì

PROGRAMMA

GEORG PHILIPP TELEMANN

Concerto in re maggiore

ALESSANDRO SCARLATTI

Preludio dalla Toccata nel primo tono per organo

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL

Suite in re maggiore 

DOMENICO CIMAROSA

Sonata in sol maggiore per organo

Sonata in do maggiore per organo

GERHARDT LAGRANGE

Adagio

FERDINANDO BERTONI

Sinfonia per organo

GIUSEPPE VERDI

Adagio

PADRE DAVIDE DA BERGAMO

Suonatina in Fa maggiore per Offertorio o Postcomunio per organo

JEAN-BAPTISTE ARBAN

Variazioni su un tema da “Norma”