Rigenerazione dell’ex Amcm al via entro fine aprile

18

Ok della Giunta al progetto esecutivo degli interventi di riqualificazione delle aree pubbliche: palestra, parcheggio seminterrato e piazza, nuovi spazi esterni, deviazione canale Pradella

MODENA – Prenderanno il via entro fine aprile i lavori di rigenerazione urbana del comparto ex Amcm, che consentiranno di restituire ai modenesi un’importante area della città a ridosso del centro storico, completamente riqualificata e pienamente fruibile. Con l’avvio del cantiere, l’attuale parcheggio a raso diverrà inaccessibile e parte dei posti auto inagibili verranno temporaneamente ricavati in un’area dismessa presso la vicina Stazione Piccola di piazza Manzoni per l’utilizzo della quale si stanno definendo gli accordi con Fer.

Nei giorni scorsi, la Giunta comunale ha dato il via libera al progetto esecutivo degli interventi di riqualificazione, recupero e rigenerazione urbana delle aree pubbliche del Parco della creatività, redatto dalla società di progetto Parco Creatività spa, costituita dagli operatori economici del Raggruppamento temporaneo d’impresa selezionato attraverso un’innovativa procedura competitiva con negoziazione per l’intervento nel comparto compreso tra le vie Buon Pastore, Sigonio e Peretti. Nell’area il Comune ha già realizzato autonomamente, grazie anche alle risorse europee, il recupero e la riqualificazione dell’edificio ex Aem, oggi Laboratorio aperto, ed è attualmente in corso il cantiere per il restauro e la riqualificazione dell’ex Enel destinato a ospitare il Nuovo teatro delle Passioni e, con il secondo stralcio, un altro teatro-auditorium e la sede di Ert.

L’intervento, dal forte valore simbolico per la città di Modena, prenderà avvio con la bonifica dell’intera area in maniera contestuale agli scavi propedeutici ai successivi lavori, relativi alla realizzazione della palestra a servizio delle scuole del centro, a partire dal liceo Sigonio, e di parte dei posti auto, del parcheggio pubblico in seminterrato e della piazza in copertura, oltre alla deviazione del canale Pradella e alla costruzione di nuovi spazi esterni. La conclusione della prima fase di attività è prevista in estate, periodo in cui dovrebbe partire anche il cantiere per la deviazione del canale che interesserà anche una porzione di via Peretti, dove durante le lavorazioni sarà istituito un senso unico alternato. Il termine previsto per i cantieri delle opere pubbliche è dicembre del prossimo anno.

Il valore complessivo dell’intervento è di oltre 7 milioni 700 mila euro più Iva che verrà riconosciuto al privato dal Comune di Modena attraverso il trasferimento della proprietà di aree all’interno del comparto e con una somma pari a 2 milioni di euro che verrà erogata in più tranche durante i lavori di realizzazione della palestra. Ulteriori opere di urbanizzazione, stimate in poco più di 300 mila euro, andranno a scomputo del contributo di costruzione.

Sempre in estate è previsto, inoltre, l’avvio del cantiere relativo alla palazzina dell’ex Filovia, dove troverà spazio un supermercato di quartiere (900 metri quadri di superficie di vendita), oltre a uffici e spazi per eventi e ristorazione, per poi procedere con gli interventi per la costruzione degli edifici residenziali (complessivamente al massimo 60 alloggi), per la riqualificazione di via Peretti e per il recupero della palazzina Sigonio.