Residente a Ferrara non immatricola l’auto comprata in Polonia nel 2019

39

Multa e sequestro amministrativo del mezzo. A seguito di un controllo compiuto dagli Agenti, provvedimento per arginare il fenomeno dei “furbetti delle targhe”

FERRARA – Nel pomeriggio di venerdì scorso (26 febbraio) in via Modena, agenti della Polizia Locale Terre Estensi hanno fermato W.E., una quarantenne di nazionalità polacca, diretta in centro alla guida della propria autovettura munita di targa della stessa nazionalità. Dall’esame dei documenti di guida è emerso che la donna era iscritta all’anagrafe dei residenti a Ferrara dal 2016 ma che non aveva provveduto entro i termini di legge a reimmatricolare il proprio veicolo e munirlo di targa italiana, dopo l’acquisto in Polonia nel 2019. La proprietaria, proprio in virtù della targa estera, ha pagato in contanti il verbale, mentre l’autovettura e stata sottoposta a sequestro amministrativo. Qualora entro 180 giorni non ottemperasse a regolarizzare la sua posizione, subirà la confisca del mezzo.

Si tratta dell’applicazione dell’art. 93 ter del C.d.S. introdotto nel Decreto Sicurezza del 4 ottobre 2018 nell’ambito delle disposizioni in materia di prevenzione e contrasto alla criminalità organizzata, che mira ad arginare il fenomeno dei cosiddetti “furbetti delle targhe”, che immatricolano le loro auto all’estero intestandole a prestanome per risparmiare su bollo, assicurazione e per ostacolare la notifica di sanzioni.