Regione: Sicurezza del territorio. Che costa sarà?

12

Venerdì 23 aprile la giornata informativa di avvio del percorso partecipato verso la nuova strategia di gestione integrata per la difesa e l’adattamento della costa ai cambiamenti climatici

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Che costa sarà? Come affrontare le conseguenze del cambiamento climatico sul litorale regionale, valorizzando al tempo stesso la sua importanza ambientale e socioeconomica?

Parte il prossimo 23 aprile, in Emilia-Romagna, il percorso partecipativo per la stesura della nuova Strategia di gestione integrata per la difesa e l’adattamento della costa ai cambiamenti climatici (GIDAC).

“L’obiettivo è tracciare le fondamenta per definire il futuro del litorale, rispondendo alla sfida cruciale del clima che muta- spiega l’assessore regionale alla Difesa del suolo e della costa, Irene Priolo-. Per riuscirci, è necessario agire in un’ottica di sistema coinvolgendo gli enti locali e tutti i portatori di interesse del territorio costiero: gli appuntamenti al via hanno appunto questo obiettivo ambizioso”.

Venerdì 23 aprile, dalle 10 alle 13, è convocata online la giornata informativa (Infoday) sulla costa durante la quale saranno illustrate le tappe del percorso partecipativo, parte del progetto europeo “AdriaClim” che punta a migliorare la resilienza climatica nel bacino adriatico con lo sviluppo di piani di adattamento, azioni e buone pratiche di mitigazione degli impatti sulle zone costiere, fornendo strumenti informativi e scenari di maggiore dettaglio rispetto a quelli attualmente disponibili.

Le attività si articoleranno quindi tra incontri plenari, workshop specifici per i territori costieri e webinar, da martedì 4 maggio a febbraio 2022. Permetteranno di condividere il Quadro Conoscitivo della nuova strategia e acquisire contributi informativi integrativi; definire una visione condivisa della costa anche in relazione agli scenari futuri del cambiamento climatico; individuare linee d’azione da seguire su temi quali: interventi strutturali, buone pratiche di gestione dei litorali, governance dell’azione di difesa e gestione della costa.

“Il litorale è uno scrigno di ricchezza naturalistica e biodiversità- aggiunge l’assessore-, ma anche un’area della nostra regione ricca di attività umane e dove vive un’economia di assoluta rilevanza, che spazia dall’alimentare al settore turistico”.

“La parola chiave della strategia sarà quindi sostenibilità, in tutte le accezioni: ambientale, sociale ed economica- chiude Priolo-. Solo con l’apporto e il contributo di tutti saremo in grado di individuare le soluzioni migliori, più efficaci ed efficienti sia per la tutela ambientale che per la crescita delle attività dell’economia blu”.

Come aderire all’Infoday della costa

Visto il perdurare della delicata situazione pandemica, la giornata di presentazione e lancio del percorso si svolgerà online, su piattaforma Zoom. Per partecipare è necessario registrarsi al seguente link https://platform.eventboost.com/e/infoday-adriaclim/26645/ a cui seguiranno ulteriori comunicazioni e agenda dell’evento.

Al fine di garantire la massima informazione ed opportunità di prendere parte al percorso partecipativo, è stata anche predisposta una piazza virtuale nella piattaforma ioPartecipo+ (www.partecipazione.regione.emilia-romagna.it/che-costa-sara) appositamente dedicata e aperta a tutti i cittadini, dove il processo potrà essere seguito in ogni sua tappa, trovando dati e reportistiche ma, soprattutto, con la possibilità sia di fornire un proprio contributo che interagire attraverso sondaggi online e altri strumenti digitali.

Il calendario degli appuntamenti

Dopo l’Infoday del 23 aprile, il calendario di appuntamenti per entrare nel vivo del percorso partecipativo sulla gestione integrata della costa prenderà il via il 4 maggio con un incontro online sul “Quadro Conoscitivo” e la “Visione Futura” del litorale. A seguire, sono in programma una serie di incontri – sempre in videoconferenza – che hanno come target specifiche aree geografiche. Il 6 maggio con un workshop, sempre online, sulle azioni per la zona riminese; l’11 maggio per il cesenate; il 13 maggio per il ravennate e il 18 maggio per il ferrarese.

Giovedì 27 maggio è in calendario l’incontro partecipativo “Confronto e Integrazione” che servirà per dettagliare ulteriormente idee e proposte su strategie, misure, interventi e azioni da mettere in campo per il futuro del litorale. Il 16 novembre si terrà infine il webinar di restituzione delle attività svolte.