Regione: Musica. Concerti, premi, la fiera del disco e tanto altro

4

A Faenza torna il Mei, Meeting delle etichette indipendenti: “Anno Zero per la Ripartenza”

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Tre giorni di concerti, forum, convegni, premiazioni, fiere e mostre nelle principali piazze, teatri e palazzi. Torna a Faenza (Ra), dall’1 al 3 ottobre, la più importante rassegna della musica indipendente italiana: il Meeting delle Etichette Indipendenti, ideato e coordinato da Giordano Sangiorgi. L’iniziativa è stata presentata venerdì 24 settembre in Regione.

L’edizione di quest’anno, la ventiseiesima, è dedicata a Rino Gaetano, con una serata il primo ottobre in apertura, in omaggio al cantautore calabrese a 40 anni dalla sua scomparsa. Per l’occasione il nipote Alessandro guiderà la Rino Gaetano band.

Il programma come sempre molto ricco dell’intera kermesse, spazierà dai momenti musicali a quelli di confronto e formazione sul mondo della musica per gli artisti emergenti. Non mancherà l’impegno sociale e politico con una mostra e un convegno dedicati a Patrick Zaki, lo studente dell’ateneo bolognese detenuto in Egitto.

Concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre saranno affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale, con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indipendente ed emergente. Verranno premiate le migliori realtà indie italiane grazie al circuito di AudioCoop, che rappresenta circa 200 piccole etichette discografiche indipendenti italiane. Saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e concorsi per emergenti provenienti da tutta la penisola e selezionati da AudioCoop, coordinamento etichette indipendenti, dalla Rete dei Festival, dal circuito di Aia – Artisti Italiani Associati, insieme a La Squadra per la Musica, il programma in oltre 150 radio Classic Rock on Air.

L’iniziativa è sostenuta fra gli altri da Comune di Faenza, Regione Emilia-Romagna e Afi, Associazione Fonografici Italiani.