Ravenna, Cuore e Territorio consegna all’Ospedale un altro camion di dispositivi di protezione

33

RAVENNA – Con piccole donazioni, tante gocce di solidarietà, la raccolta fondi lanciata da Cuore e Territorio ha superato abbondantemente i 70mila euro e un altro camion pieno di dispositivi di protezione individuale anti-Covid è arrivato questa mattina all’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, accompagnato dal presidente dell’Associazione Giovanni Morgese e dal vice presidente Carlo Serafini. I dispositivi sono destinati ai reparti di Radiologia, Covid-19, Riabilitazione e per le infermiere esterne.

Grazie ai contributi dei cittadini arrivati finora, si sono potute acquistare migliaia di mascherine e visiere protettive donate, oltre che a medici e infermieri, anche alle forze dell’ordine, oltre a 2 ventilatori polmonari e diversi caschi completi di generatore di ventilazione non invasiva.

Ma la raccolta continua: fra i prossimi obiettivi – oltre all’acquisto di altri dpi e macchinari per trattare i casi più gravi – anche l’estensione della donazione dei materiali all’Ospedale di Lugo, divenuto “Covid Hospital”.

Si può continuare a donare con bonifico bancario intestato a Cuore e Territorio presso Cassa di Risparmio Ravenna – Iban IT02F0627013100CC0000027952. La causale è: donazione per coronavirus

L’Associazione

Cuore e Territorio è una APS (Associazione di Promozione Sociale) “pura” (come si dice in gergo) e cioè persegue solo scopi istituzionali previsti dallo Statuto Sociale e non svolge nessuna attività commerciale (ha solo il Codice Fiscale e NON ha P.IVA).

E’ regolarmente iscritta al Registro Regionale delle ODV (codice SITS 3203), Atto Costitutivo pubblico (cioè con atto notarile), Statuto Sociale (aggiornato alla nuova normativa del Terzo Settore), regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate.
Secondo le disposizioni ministeriali, le donazioni erogate alle APS sono detraibili dal reddito delle persone fisiche mentre sono deducibili per il reddito d’impresa.

Per godere di tali detrazioni/deduzioni è necessario:

1) che la liberalità venga effettuata con mezzi tracciabili (versamento bancario o postale o con carte di credito, carte prepagate, o assegni bancari o circolari. Nel caso di utilizzo di queste ultime modalità di versamento il contribuente deve essere in possesso di una ricevuta rilasciata dall’associazione di promozione sociale che riporti l’indicazione della modalità di versamento utilizzata);

2) nel caso necessitasse la ricevuta (per i pagamenti tramite assegno bancario o circolare) il soggetto deve fornire all’Associazione tutti i propri dati (Nome, Cognome, indirizzo, Città, cap e Codice Fiscale o P.IVA per le aziende).