Rassegna Traiettorie: concerto Orazio Sciortino

23
Orazio Sciortino -©Marco Perulli

PARMA – Traiettorie 2024

21/05

Casa della Musica, 20.30

Orazio Sciortino

Pianoforte  

Olivier Messiaen (1908-1992)

  1. La colombe
  2. Chant d’extase dans un paysage triste
  3. Le nombre léger
  4. Cloches d’angoisses et larmes d’adieu
  5. Un reflet dans le vent

da Préludes pour piano (1928-1929), 24′

Tristan Murail (1947)

Cloches d’adieu, et un sourire… In memoriam Olivier Messiaen (1992), 5′

Franz Liszt (1811-1886)

  1. Vallée d’Obermann

da Années de pèlerinage. Première Année Suisse, S. 160 (1848-1855), 14′

  1. Andante Lagrimoso
  2. Cantique d’amour

da Harmonies poétiques et religieuses, S. 173 (1848-1853), 16′

Sarà il pianista siracusano Orazio Sciortino il protagonista del sesto concerto della XXXIV edizione di «Traiettorie», martedì 21 maggio alle ore 20:30 nella Sala dei Concerti della Casa della Musica a Parma. Compositore e direttore d’orchestra, Sciortino è stato Composer of the Year agli International Classical Music Awards 2024, nominato Krug Ambassador nel 2016, ha collaborato e collabora con importanti istituzioni musicali italiane ed estere, e insegna pianoforte al Conservatorio di musica “Luca Marenzio” di Brescia.

Il programma di questo concerto è imperniato sull’asse dei valori coloristici divenuti la componente più rilevante del mondo musicale francese del Novecento. Una scelta di cinque – i primi tre, il sesto e l’ultimo – degli otto «Préludes» (1929) del ventenne Olivier Messiaen viene infatti affiancata da Sciortino a Franz Liszt, il Liszt delle «Années de pèlerinage» e delle «Harmonies poétiques et religieuses», di cui verranno eseguiti la tormentata e pessimistica «Vallée d’Obermann» (1855) e i due ultimi pezzi delle «Harmonies», cioè «Andante lagrimoso» e «Cantique d’amour» (1853). Si evidenziano così due esiti diversi dello studio timbrico del pianoforte: riflessione e indagine sentimentale nel compositore ungherese, stimolo per un simbolismo psicologico che lo porta ad associare i suoni ai colori nella francesissima cultura musicale di Messiaen. Al centro del programma, anche il breve «Cloches d’adieu, et un sourire… In memoriam Olivier Messiaen», omaggio di Tristan Murail nell’anno della morte di Messiaen (1992), che cita il sesto dei «Préludes» nelle spezzature ritmiche, nei timbri di campane e nel clima di tenerezza malinconica.

La realizzazione di «Traiettorie», partner di Italiafestival, è possibile grazie al sostegno di: Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma – Casa della Musica, Fondazione Teatro Regio, Fondazione “A. Toscanini”, Università degli Studi di Parma, Fondazione Monteparma, Chiesi Farmaceutici, Ernst von Siemens Music Foundation, Symbolic, Sina Hotel Palace Maria Luigia, TEAMWORK. Alle ormai pluriennali collaborazioni con Rai Radio3 e Magazzini Sonori come media partner si aggiunge quest’anno quella con Universal Edition.

Biglietteria  

È possibile acquistare il biglietto in prevendita sul sito VIVATICKET o – il giorno del concerto, a partire dalle ore 19:30 – presso la biglietteria della Casa della Musica di Parma (Piazzale San Francesco 1, 43121 Parma).

Costo dei biglietti

Intero: € 15

Ridotto: € 10 (over 65, soci FAI, TCI, dipendenti Chiesi)

Ridotto scuole: € 5 (studenti universitari, studenti e insegnanti del Conservatorio)

Omaggio: under 18

Per informazioni

Fondazione Prometeo

+39 0521 1404781 / +39 348 1410292

info@fondazioneprometeo.org