Question Time, chiarimenti sulla situazione nella zona ferroviaria del quartiere Navile

28
BOLOGNA – L’assessore Alberto Aitini ha risposto, in seduta di Question Time, alla domanda d’attualità della consigliera Graziella Tisselli (Fratelli d’Italia), sulla situazione nella zona ferroviaria del quartiere Navile.

La domanda della consigliera Tisselli
“Con riferimento a quanto riportato dagli organi d’informazione, che evidenziano nuovamente ed ancora oggi il grave stato di abbandono in cui versa la zona retrostante al Comparto Trilogia Navile/parte ferroviaria. Situazione di spaccio e degrado, in costante peggioramento. La presenza di sterpaglie, alberi cresciuti spontaneamente, immondizia, baracche di senzatetto ha inoltre favorito stabile presenza di tossicodipendenti, balordi e trafficanti. Chiede quindi al Sindaco ed alla Giunta quali iniziative, nel più breve tempo possibile, intendano assumere rispetto ai gravi problemi di illegalità, degrado, abbandono e, non di meno importanza, rispetto al ripristino di un corretto stato igienico/sanitario di quell’ area, al fine di riportare l’area in questione ad una degna condizione di vivere civile”.

La risposta dell’assessore Aitini
“Grazie consigliera, rispetto alla sua domanda di attualità mi fa piacere informarla che in data 11 marzo, in occasione di alcuni sopralluoghi che avevamo organizzato alla presenza del personale Rfi su tutto il quartiere Navile per alcune problematiche di natura varia, abbiamo effettuato anche un sopralluogo nella zona ferroviaria, dove si sono evidenziate alcune criticità, come l’abbandono di materiale vario, vegetazione spontanea ed incolta lungo i binari. In generale potremmo dire che si sono rilevate presenza di sporcizia e anche la necessità di ripristinare la recinzione manomessa. Dopo il sopralluogo che è stato fatto l’11 marzo, in data 16 marzo, Rfi ha fatto opportuni approfondimenti e ci ha comunicato il loro impegno ad intervenire su tutta l’area nel minor tempo possibile. Quindi noi continuiamo a monitorare, ma abbiamo la certezza che Rfi interverrà nelle prossime settimane”.