Question Time, chiarimenti sulla situazione di via Putti

32
BOLOGNA – L’assessore Claudio Mazzanti ha risposto, in seduta di Question time, alla domanda d’attualità del consigliere Andrea Colombo (Partito Democratico) sulla situazione di via Putti.

La domanda del consigliere Colombo
“In merito agli articoli di stampa relativi alla situazione di insicurezza stradale di via Putti e via Castiglione fuorti porta e alla proposta di installare autovelox per il controllo elettronico della velocità e intanto di impiegare da subito il dispositivo Scout Speed già in uso alla Polizia Locale; domanda al Sindaco e alla Giunta una valutazione politico-amministrativa generale in merito alle problematiche di insicurezza stradale in via Putti e via Castiglione fuori porta a causa dell’eccesso di velocità di auto e moto, denunciate più volte da residenti e famiglie con bambini; se, nelle more di altri provvedimenti, intende a breve dare mandato alla Polizia Locale di programmare nelle vie in questione servizi frequenti di controllo e sanzionamento elettronico della violazione del limite di velocità mediante il dispositivo “Scout Speed” già in possesso e in uso del Corpo”.

La risposta dell’assessore Mazzanti
“Gentile consigliere, la informo che il Settore Mobilità si è attivato per progettare ed eseguire interventi in favore della sicurezza stradale nell’area in questione. Si è ritenuto opportuno svolgere tali attività nonostante dai dati in possesso dell’Amministrazione nella zona segnalata, così come riportato nei vari aggiornamenti del Piano della Sicurezza Stradale Urbana (aventi generalmente cadenza triennale), non si sia mai evidenziata la presenza di “punti neri” dell’incidentalità, né sui tratti stradali né sulle intersezioni di cui trattasi. Per tutto il periodo di rilievo disponibile (dal 2008 al 2019) non si sono altresì registrati incidenti con pedoni o ciclisti coinvolti e lesionati. I dati 2020 non sono ancora ufficiali ma vanno nella stessa direzione.
Ciononostante, vista la presenza dei giardini, della scuola e delle strutture ospedaliere e turistiche nella zona, il Settore concorda appieno sulla necessità di migliorare le condizioni di sicurezza della circolazione stradale e dissuadere eventuali eccessi di velocità, come peraltro evidente dagli interventi già messi in campo.
Si riporta di seguito un elenco degli interventi già eseguiti o previsti a breve, nella consapevolezza che i vincoli oggettivi presenti sulla viabilità in discussione sono particolarmente elevati:

  • è stato da tempo istituito il limite massimo di velocità 30 km/h (correttamente segnalato con segnaletica verticale e luminosa) e si è provveduto all’installazione di segnali specifici di pericolo;
  • sono stati realizzati dei rallentatori di velocità a effetto ottico (i dossi rallentatori o altri tipi di rialzi ad essi equiparabili non sono infatti normativamente consentiti sulle strade che costituiscono itinerari preferenziali per veicoli di emergenza e del trasporto pubblico; inoltre possono costituire un potenziale pericolo per la circolazione, con particolare riferimento ai veicoli a due ruote, sulle strade di dimensioni ridotte e con andamento plano-altimetrico irregolare);
  • si sono ridotti i potenziali conflitti veicolari sull’intersezione Castiglione-Sabbioni e in corrispondenza dei varchi di accesso/uscita ai Giardini Margherita mediante istituzione di sensi unici di circolazione nei varchi stessi e nella viabilità interna ai giardini;
  • nell’estate 2019 è stata riorganizzata completamente la circolazione dell’intersezione tra via Putti e Castiglione, attraverso la realizzazione di una rotatoria sormontabile in sostituzione dell’incrocio esistente di tipo tradizionale. L’intervento ha avuto come effetto immediato la riduzione della velocità per tutti i veicoli in transito, imponendo l’obbligo di dare la precedenza a tutti i flussi veicolari che si immettono sull’intersezione regolata a rotatoria: l’eliminazione del diritto di precedenza di cui godeva l’asse principale Castiglione-Putti, che inevitabilmente consentiva ai veicoli di transitare a velocità sostenuta senza alcun obbligo di prestare attenzione ai flussi provenienti o diretti verso via di Barbiano, ha consentito di migliorare significativamente anche la mobilità pedonale e ciclabile, particolarmente penalizzate nelle situazioni ove gli spazi risultino particolarmente esigui. Si è infine provveduto a realizzare tre nuovi attraversamenti pedonali sull’intersezione, in prossimità della nuova rotatoria, al fine di consentire la continuità dei percorsi pedonali nonostante l’interruzione del marciapiede;
  • da qualche settimana è stato effettuato l’intervento di sostituzione del palo di pubblica illuminazione esistente in prossimità del civ. 7 di via Putti per eliminare la barriera architettonica presente lungo il percorso pedonale;
  • è prossima l’approvazione di un progetto già finanziato (la cui attuazione è prevista nella primavera 2021) nell’ambito del quale si procederà ad eseguire ulteriori interventi, con particolare riferimento alle opere in prossimità dell’accesso alle scuole, quali la costruzione della penisola in corrispondenza della fermata del bus e la rivisitazione della segnaletica stradale, compresi gli attraversamenti pedonali;
  • per quanto riguarda la possibilità di dare continuità al marciapiede di via Castiglione con quello di via Putti (lato destro a salire) mediante una apposita procedura d’esproprio della proprietà interferente, che come già comunicato risulta essere posta sotto sequestro, l’ufficio procederà comunque nel redigere il necessario progetto, per dare seguito allo stesso, nel momento in cui il procedimento di sequestro in atto sarà concluso;
  • nell’ambito dei lavori programmati nel corso del 2021 da Enel per la posa della nuova canalizzazione e cavo a 15kV, nelle vie Polischi, Castiglione e Vittorio Putti, il Comune di Bologna prevede di interrare anche la linea elettrica che alimenta la pubblica illuminazione, consentendo di sostituire i pali di grosso diametro in calcestruzzo con nuovi pali in acciaio, che avranno come effetto la riduzione delle barriere architettoniche in corrispondenza dei marciapiedi.

Per gli aspetti di competenza di Polizia Locale, nell’ambito della quotidiana attività di presidio del territorio, le zone di via Putti e di via Castiglione costituiscono oggetto di controllo da parte delle pattuglie di questo corpo.
Sono state sinora accertate, nelle suddette strade, violazioni alle norme del Codice della Strada soprattutto in materia di sosta.
Per quanto concerne l’aspetto del riferito superamento dei limiti di velocità da parte di taluni veicoli, si specifica che l’accertamento di tali violazioni può essere effettuato, oltre che tramite gli autovelox fissi anche mediante il sistema denominato Scout Speed installato a bordo di veicoli.
Questo sistema di accertamento è stato, fino ad ora, prevalentemente impiegato nelle strade periferiche a scorrimento veloce, dove si ritiene, con maggiore probabilità, che la velocità tenuta dai veicoli possa essere particolarmente elevata, o comunque oltre il limite massimo consentito, e pertanto fonte di pericolo e causa di gravi incidenti stradali.
Si sta valutando comunque l’opportunità di un possibile utilizzo di questo dispositivo anche per effettuare controlli nelle due strade sopra menzionate. La valutazione da fare è come utilizzare questo sistema in un ambito di strada pieno di curve che richiede il rispetto di alcune regole”.