Question Time, chiarimenti sulla proroga del bando per l’affitto

28
BOLOGNA – L’assessore Virginia Gieri ha risposto, in seduta di Question Time, alla domanda d’attualità della consigliera Paola Francesca Scarano (Lega nord), sulla proroga del bando per l’affitto.

La domanda della consigliera Scarano
“Covid, a Bologna oltre 6 mila domande per bando affitto: scadenza prorogata. Sono a chiedere al Signor Sindaco ed alla Giunta di esprimere un parere politico amministrativo in senso generale e più in particolare vorrei conoscere se – questa onda lunga del Covid che sicuramente ha acuito situazioni di disagio economico e morosità incolpevole – l’amministrazione sta valutando di ampliare la platea dei beneficiari”.

La risposta dell’assessore Gieri
“Grazie presidente, il bando in oggetto è attuativo della Delibera Regionale 2031 del 28 dicembre 2020, la quale ha stabilito tempi, modalità e criteri per la raccolta del fabbisogno di contributi per l’affitto; detti criteri sono peraltro derivati dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 12 agosto 2020 che ha ripartito alle Regioni le risorse stanziate per l’anno 2020 a valere sul Fondo Nazionale Locazioni. Il Comune non ha perciò alcuna possibilità, e questo lo voglio davvero sottolineare, di modificare i criteri stabiliti da norme sovraordinate, dunque nemmeno ha la possibilità di ampliare la platea dei beneficiari. Va tuttavia evidenziato che i predetti criteri si stanno mostrando adatti alla fase in atto (per certi versi sembrano anche molto “larghi” se commisurati alle risorse oggi disponibili): ne è testimonianza l’elevatissimo numero di domande pervenute a poco più di 4 settimane dall’apertura del bando, lei consigliera parlava di 6 mila domande, in verità siamo già arrivati a circa 7.500 istanze, che se raffrontate alle poco più di 4 mila raccolte nell’edizione del bando dello scorso novembre, mostrano da un lato il forte disagio che sta attraversando la nostra comunità e dall’altro l’ingente domanda di welfare a cui la finanza pubblica dovrà adeguatamente rispondere. Con la proroga disposta dalla Regione e da noi utilizzata per intero, diamo la possibilità ai cittadini di fare domanda ancora per tre settimane.

È facile immaginare che cresceranno ulteriormente le istanze presentate fino a raggiungere numeri certamente inediti per Bologna. Questo contributo, pur importante, non è taumaturgico. Esso è un tassello, sottolineo, di un ampia serie di misure che da tempo abbiamo messo in campo e che nell’ultimo anno abbiamo particolarmente rinforzato. Ma è evidente che se non si risolve la crisi pandemica e gli impedimenti prodotti sul lavoro e sulle imprese, contributi come questi non saranno mai sufficienti. Consigliera, lei ricordava anche la morosità incolpevole. Le risorse per la morosità incolpevole sono escluse dal fondo per l’affitto e su quello abbiamo ancora capienza, lo utilizzeremo certamente, per il 2021. Oltre al fatto che abbiamo ancora una copertura so che a livello ministeriale si sta discutendo per rifinanziarla perché ovviamente sarà molto utile soprattutto in previsione dello sblocco degli sfratti che prima o poi finirà. Quindi come dicevo, come ho potuto illustrare, il nostro bando è davvero molto aperto, come sapete ha dei criteri molto ampi e lo dimostra il numero molto consistente di domande arrivate. Abbiamo chiesto la proroga, noi come altri comuni della regione Emilia-Romagna soprattutto perché entrando in zona rossa, è evidente che anche per i cittadini recuperare quei pochissimi documenti che chiediamo è comunque più difficoltoso e quindi abbiamo cercato di favorirli al massimo. Per quanto riguarda, e poi concludo, il numero così imponente di richieste, noi faremo come abbiamo sempre fatto, tutto il possibile per poter soddisfare il maggior numero delle domande, credetemi ci vogliono moltissime risorse, ma insomma faremo il possibile per dare una risposta positiva, sapendo sempre di più che il contributo all’affitto è un sostegno importante e, come si vede dai numeri, molto richiesto dai nostri cittadini. Grazie”