Question Time, chiarimenti sul mercato della Piazzola

41

BOLOGNA – L’assessore Alberto Aitini ha risposto, in seduta di Question Time, alla domanda d’attualità della consigliera Paola Francesca Scarano (Lega nord) sul mercato della Piazzola.

La domanda della consigliera Scarano

“Sono a chiedere al Signor Sindaco ed alla Giunta di esprimere un parere politico amministrativo in senso generale e più in particolare vorrei conoscere se il confronto con tutti gli operatori commerciali della piazzola si è tenuto oppure se sono stati incontrati solo una parte di essi. Vorrei inoltre conoscere il motivo per cui non è stata presa in considerazione il piano di sicurezza di entrata al mercato per valutare una eventuale apertura almeno per il black friday tenuto conto che nella città metropolitana vi sono comunque mercati aperti come quello di San Lazzaro di Savena”.

La risposta dell’assessore Aitini

“Grazie Presidente, grazie Consigliera,
come diceva lei, la novità è che domani la Piazzola riapre. C’è stata un’interlocuzione con i rappresentanti degli ambulanti già dalla scorsa settimana e il progetto per riaprirla è arrivato, è stato condiviso di fatto questa settimana tra il Comune e i rappresentanti degli ambulanti, e domani la Piazzola riapre a fronte del fatto che l’ordinanza del presidente della Regione scade oggi. Riaprirà chiaramente con alcune prescrizioni che stiamo comunicando nei dettagli ai rappresentanti degli ambulanti che comunque conosciamo tutti: la perimetrazione, le entrate e le uscite diversificate, il controllo degli accessi, lo scaglionamento delle entrate, l’obbligo della mascherina, il distanziamento, sono tutte le misure che conosciamo e che comunque verranno esattamente dettagliate agli ambulanti. È sicuramente una buona notizia per tutti, a partire da loro, purtroppo non era stato possibile farlo da subito perché l’ordinanza del presidente della Regione metteva dei paletti troppo stringenti per la Piazzola, quindi abbiamo dovuto lavorare per cercare di trovare le giuste soluzioni per farli riaprire il prima possibile ed è positivo che questo avvenga già da domani.

Per quanto riguarda il progetto della nuova Piazzola, per capirci, cioè di quello di cui ho parlato nei giorni scorsi in commissione che partirà dall’inizio del 2021, è oggetto di un lungo confronto con i rappresentanti degli ambulanti, oserei dire che è un confronto durato quattro anni visto che la delibera del consiglio comunale è del 2016. È chiaro che il confronto c’è stato in particolare negli ultimi mesi, appunto per raffinare sempre più il progetto complessivo nelle sue varie specificità. Sta andando avanti questo confronto, nel senso che noi continueremo a farlo, è chiaro che abbiamo messo un punto con la delibera di Giunta di questa settimana e quindi il progetto è chiaramente quello. Se la consigliera mi chiede se abbiamo incontrato tutti gli ambulanti, è chiaro che non li abbiamo incontrati tutti perché gli ambulanti sono 350, per di più c’è una differenza tra i proprietari dei banchi e i gestori dei banchi, perché come saprete molti banchi non sono poi gestiti dalla persona che ne ha la proprietà. Abbiamo però incontrato tutti i rappresentanti, cioè le associazioni di categoria e anche piccoli gruppi di rappresentanti di ambulanti, cioè quelli che non fanno parte delle associazioni di categoria ma che ci hanno chiesto degli appuntamenti. Abbiamo fatto alcuni incontri di persona nei mesi in cui si poteva, nelle ultime settimane li abbiamo fatti non in presenza, perché chiaramente non era possibile riunire tante persone. Diciamo quindi che abbiamo cercato di arrivare a tutti. L’interlocuzione continua, il lavoro da fare è ancora molto perché, al di là del progetto definitivo che ha deliberato la Giunta, ci sono molti dettagli che sono ancora in corso di valutazione, ad esempio viste le scelte di liberare parte di via Irnerio e il corsello di Piazza VIII Agosto davanti alle Poste, alcuni ambulanti devono cambiare posizione e quindi c’è un’interlocuzione con gli uffici comunali appunto per individuare queste postazioni che chiaramente dovranno essere fatte tramite le graduatorie del bando pubblicato e quindi insomma c’è un’interlocuzione costante e quotidiana con i rappresentanti degli ambulanti, le associazioni di categoria. In generale qualsiasi ambulante che abbia necessità di parlarci, che abbia bisogno di spiegazioni, di informazioni, anche per fare delle proposte, ci trova a assolutamente a disposizione, sia io, sia gli uffici del settore commercio. Lo dico alla consigliera perché ha fatto lei la domanda ma in generale mi rivolgo poi a tutti i consiglieri: se doveste avere interlocuzioni con gli ambulanti potete chiaramente dirgli di rivolgersi direttamente a noi se hanno necessità di ulteriori informazioni.

Da gennaio parte una nuova Piazzola e come dicevo l’altro giorno è in un qualche modo una svolta importante perché sono circa vent’anni che la Piazzola è nell’assetto attuale, quindi è chiaro che ci sono delle normali e legittime preoccupazioni. Quindi è importante che ci sia massima disponibilità da parte nostra per cercare di ascoltare e trovare insieme agli ambulanti la soluzione alle loro richieste. Grazie”.