Question Time, chiarimenti su alcuni episodi di furto negli ospedali

14

BOLOGNA – L’assessore Alberto Aitini ha risposto, in seduta di Question Time, alla domanda d’attualità della consigliera Graziella Tisselli (Fratelli d’Italia), su alcuni episodi di furto negli ospedali.

La domanda della consigliera Tisselli
“Alla luce di quanto apparso sugli organi di informazione in merito al “ladro seriale che ruba negli ospedali” già denunciato in diversi casi, chiede al signor sindaco se non ritenga opportuno mettere in campo tutte quelle azioni concrete affinché non si ripetano altre situazioni simili proprio per “riuscire a fermare” comportamenti che creano insicurezza in città oltretutto, creata da persone già denunciate in diverse occasioni”.

La risposta dell’assessore Aitini
“Grazie presidente, grazie consigliera e buon anno a tutti. Innanzitutto è bene specificare che di azioni concrete ce ne sono, tanto che la persona in questione è stata individuata, è stata fermata dalle forze dell’ordine e denunciata per ricettazione. Chiaro che poi non spetta né alle forze dell’ordine né al Comune applicare le pene previste dalla legge, ma agli organi competenti e giudicanti. È bene ricordare allo stesso tempo che negli ospedali non c’è un impiego diretto della Polizia Locale ma le forze dell’ordine che, in caso di necessità, possono intervenire e che intervengono puntualmente.

L’Azienda Sanitaria Locale inoltre ha recentemente aumentato il personale di security all’interno degli ospedali proprio per aumentare anche in questi luoghi che spesso sono di grande sofferenza, a maggior ragione in questo momento, la sicurezza. Per fortuna sono casi, quelli citati dalla consigliera, che succedono saltuariamente. Recentemente anche un Comitato di ordine pubblico si è occupato della sicurezza negli ospedali e ha deciso appunto che le forze dell’ordine, in questo caso anche la Polizia Locale, aumentassero il presidio nei pressi delle strutture ospedaliere della nostra città, cosa che è stata fatta e avviene quotidianamente. Quindi c’è massima attenzione anche verso questo genere di reati, nessuna segnalazione viene sottovalutata. Diciamo che il lavoro viene fatto e viene svolto con grande attenzione, poi non è sempre possibile ovviamente riuscire a prevenire ogni genere di reato ma il controllo del territorio è massimo e rendiamoci sempre conto, con il beneficio del dubbio. I dati vengono periodicamente pubblicati dal Ministero dell’Interno, dalle Prefetture locali, compresa la nostra, e sono assolutamente significativi perché vedono un calo di reati importante anche nella nostra città. Quindi senza fare nessun tipo di proclama io penso che dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione, intervenire in ogni situazione di criticità come è successo anche in questo caso e ancora una volta il mio ringraziamento va alle forze dell’ordine per essere intervenute puntualmente e per aver risolto un reato per di più molto spiacevole perché successo anche in una situazione di grande sofferenza per i familiari.”