Qualità dell’abitare, sottoscritto lo schema di convenzione tra Comune e Ministero (FOTO)

3
Palazzo Roverella

Nuovo importante passaggio per il progetto di rigenerazione del Roverella finanziato dal PNRR

CESENA – Un altro risultato importante è stato raggiunto nel percorso di realizzazione del progetto di rigenerazione del complesso monumentale Roverella. A seguito dell’approvazione, il Comune di Cesena e il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili – Dipartimento per le opere pubbliche, le politiche abitative e urbane, le infrastrutture idriche e le risorse umane e strumentali – hanno sottoscritto lo schema di convenzione che di fatto formalizza i rapporti tra le parti rispetto al tema dei finanziamenti.

Dopo il trasferimento in concessione gratuita del complesso architettonico del Roverella da Asp Cesena Valle Savio al Comune e con l’acquisizione dell’autorizzazione da parte della Soprintendenza alle Belle Arti, questo ulteriore atto assicura all’iter un ulteriore passaggio nell’attuazione del progetto “Abitare sociale Cesena – Riuso e rigenerazione del complesso monumentale Roverella in centro storico”, ammesso nel luglio 2021 al finanziamento del Programma nazionale della qualità dell’abitare (PinQua) del Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili (Mims) con l’obiettivo di riqualificare i centri urbani, ridurre il disagio abitativo e favorire l’inclusione sociale.

“Il 21 febbraio – commenta l’Assessora alla Programmazione Urbanistica Cristina Mazzoni – il Ministero ha formalmente comunicato la definitiva ammissione a finanziamento dell’intervento per un importo pari a 11.913.671,09 euro. A questo punto, con la trasmissione, e relativa sottoscrizione, dello schema di convenzione, sviluppiamo questo importante percorso per la nostra città anche grazie alle importanti risorse destinate dal Pnrr al nostro Comune. La riqualificazione del complesso che sorge in pieno centro storico cambierà il volto della nostra città, soprattutto in relazione al centro e al fronte dei servizi garantiti alla persona, e rafforzerà la vocazione sociale della struttura di oltre 6 mila metri quadrati. Come detto  in occasione della definizione della proposta progettuale, Palazzo Roverella ha una storia molto lunga che ben si inserisce nell’evoluzione urbana, sociale e culturale della nostra città: dapprima convento, poi casa per anziani e oggi parzialmente utilizzato da alcuni Servizi alla persona gestiti da ASP, in cui si trovano alcune residenze per persone in stato di indigenza e servizi per richiedenti asilo e senza tetto, attivati anche in risposta alla pandemia e all’emergenza freddo”.

Esattamente un anno fa, marzo 2021, l’Amministrazione comunale e l’Azienda ai Servizi alla Persona del distretto Cesena-Valle Savio, elaborando il progetto per ridare nuova vita al complesso monumentale del Roverella, nel cuore del centro storico, tra le piazze Aguselli e Sant’Agostino, Via Milani e Corte Dandini, hanno sottoscritto un Protocollo di intesa nel quale hanno stabilito di concorrere congiuntamente al Programma Innovativo Nazionale per la Qualità della Abitare (PINQuA)” promosso dal Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti e che prevedeva un cofinanziamento fino a 15 milioni di euro per interventi sull’abitare. Contestualmente, Comune ed Asp hanno avviato un processo di co-progettazione sul complesso monumentale Palazzo Roverella, finalizzato all’elaborazione di un progetto di fattibilità tecnico-economica da cofinanziare col programma PINQuA.