Pubblicato il bando d’appalto per il recupero dell’ex supermercato di Ponte Abbadesse

comune-cesenaCESENA – Si scaldano i motori per l’avvio dei lavori di ristrutturazione dell’ex Conad di Ponte Abbadesse, destinato ad accogliere le attività del quartiere Cesuola.

E’ stato, infatti, pubblicato il bando per la gara d’appalto, che fissa alle 13.00 del 15 giugno il termine per la presentazione delle offerte.

L’importo delle opere indicato come base di gara ammonta 450mila euro. Potranno partecipare aziende singole o raggruppamenti temporanei di imprese.

Il contratto verrà aggiudicato con il criterio del minor prezzo inferiore a quello posto a base di gara.

“La ristrutturazione dell’ex Conad di Ponte Abbadesse – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – è un intervento che quartiere e cittadini attendevano da tempo, e cioè da quando il supermercato si è trasferito in piazzale Cardinale Bessarione, lasciando così liberi in anticipo i locali che aveva occupato fin dal 1978 sulla base di una convenzione con il Comune di Cesena. I lavori oggetto del bando consentiranno il pieno recupero della struttura, che già oggi ospita la sede del Cesuola, andando a rispondere alle nuove esigenze emerse in questi anni. Non a caso, nella predisposizione del progetto definitivo, abbiamo condiviso le indicazioni giunte dal Consiglio di Quartiere, dal suo presidente Amleto Gazza e dai cittadini, per quanto riguarda la rimodulazione degli spazi interni”.

Il progetto definitivo, approvato a fine 2017, prevede che al piano terra siano realizzati una sala riunioni da 80 posti, il polo infermieristico, la nuova biblioteca di quartiere. Ci saranno anche due salette polivalenti (una di circa 25 mq, l’altra di quasi 30 mq) da destinare ad attività varie, oltre a una serie di locali di servizio. Al primo piano, invece, troveranno posto una grande sala polivalente, uno spazio per le associazioni e un locale da adibire ad archivio e ufficio per le attività amministrative.

Da un punto di vista edilizio e impiantistico, la ristrutturazione prevede, fra le altre cose, la sostituzione degli infissi al piano terra e al piano interrato, il rifacimento degli impianti elettrici e meccanici, l’installazione di un ascensore per eliminare le barriere architettoniche, il rifacimento dei servizi igienici.

Per eseguire le opere indicate, il vincitore dell’appalto avrà 270 giorni, a partire dalla data del verbale di consegna dei lavori.

Il bando completo può essere scaricato dalla sezione ‘Profilo del committente’ del sito www.unionevallesavio.it.