Provincia di Modena: “Hydrogen valley”, bene l’impegno della Regione

46

Tomei: “Modena apripista con l’impianto al Meucci”

MODENA – «La provincia di Modena può giocare un ruolo fondamentale nel futuro dell’hydrogen valley del nostro Paese, noi siamo pronti a fare la nostra parte a fianco di imprese, istituzioni e università, per essere protagonisti della transizione energetica».

Con queste parole, Gian Domenico Tomei commenta le parole dell’assessore regionale Vincenzo Colla intervenuto all’evento promosso da Confindustria giovedì 18 febbraio, sull’ipotesi di creazione di un hub dell’idrogeno in Emilia Romagna.

«Da tempo – prosegue Tomei – ci stiamo occupando di idrogeno. Abbiamo partecipato a diversi tavoli di lavoro a Bruxelles e Parigi per strutturare strategie d’intervento su questo importante risorsa verde e nel recente bando per i servizi energetici relativi agli 88 edifici della Provincia di Modena, da poco aggiudicato, abbiamo voluto puntare anche su questa nuova tecnologia, che utilizzeremo per riscaldare quella che sarà la prima scuola in Italia, la palestra dell’istituto Meucci di Carpi. Questo bando – aggiunge Tomei – interamente realizzato dai tecnici della Provincia con la consulenza dell’Agenzia per l’Energia di Modena (Aess), rappresenta la concreta volontà di avviare una vera e propria rivoluzione verde nel consumo energetico dei nostri edifici, rendendo le nostre scuole superiori più ecosostenibili, meglio riscaldate e soprattutto meno impattanti per l’ambiente».