Provincia di Modena: Castelvetro si trasforma in un borgo rinascimentale

L’8 e il 9 settembre si celebra la dama vivente

CASTELVETRO (MO) – Castelvetro per due serate rivive le suggestioni rinascimentali in occasione della tradizionale “Dama Vivente” che si svolge in piazza Roma, sabato 8, con replica domenica 9 settembre 2018, dalle ore 20.
Gli eventi sono promossi dall’associazione “Dama Vivente – il ‘500 a Castelvetro”, e dal Comune con il sostegno della Regione Emilia Romagna.
Sotto le due torri, sulla piazza a scacchiera di Castelvetro, ogni due anni, da oltre 50 anni, si celebra una suggestiva partita a dama con pedine vestite in stile rinascimentale per rievocare una festa organizzata dai nobili Rangoni in onore di Torquato Tasso che soggiornò in paese nel 1564; incantato dalla bellezza del paesaggio, si narra che proprio qui il poeta abbia composto “Erminia fra i pastori”, uno dei brani più suggestivi della “Gerusalemme liberata”.
«Il Rinascimento rivive in piazza Roma – afferma Giorgia Mezzacqui, assessore alla Cultura del Comune di Castelvetro – attraverso la partecipazione di un territorio intero, poiché le due serate di manifestazione rappresentano il momento culminante di un percorso fatto di mesi di preparazione e incontri: i volontari dell’associazione Dama Vivente hanno donato il proprio tempo per la costruzione di un evento capace di promuovere tutto il territorio e richiamare un pubblico ormai da ogni regione, anche dall’estero».
L’iniziativa, che si replica identica nei due giorni del weekend, si apre all’imbrunire con il corteo storico composto da centinaia di figuranti in preziosi costumi rinascimentali, realizzati a mano su modelli d’epoca, per proseguire con la partita affidata alla tecnica di due mossieri, mentre un giullare aiuta le pedine a muoversi tra le caselle, con la voce narrante del cerimoniere Simone Maretti.
Tutti gli abiti esposti e indossati dai figuranti sono interamente ricamati a mano, la preziosità dei manufatti ha portato l’associazione a vincere per tre volte il primo premio al concorso nazionale di abiti d’epoca il Rocchetto d’Oro.
In occasione delle due serate, gli spettatori potranno assistere anche a spettacoli di danze aeree e a giochi di fuoco.
Durante i festeggiamenti sarà possibile ammirare la collezione dei meravigliosi abiti in stile rinascimentale nella mostra permanente “Fili d’oro a Palazzo” nel centro storico del paese.
E’ previsto un biglietto d’ingresso intero a 12 euro, ridotto 8 euro, gratuito fino a 10 anni; apertura delle casse il giorno dello spettacolo alle ore 19.