Progetto periferie, al via la gara per la mobilità

33

Quattro lotti per un valore complessivo a base d’asta di due milioni e 663 mila euro: rotatorie, percorsi pedonali e ciclabili nel quartiere

MODENA – Migliorare la mobilità pedonale e ciclabile del quartiere, anche per favorire la ricucitura con il centro cittadino, con un’attenzione particolare alla fluidità degli assi viari, soprattutto quelli dove transita il trasporto pubblico, e alla riduzione della velocità dei veicoli, specialmente quella di punta, per ragioni di sicurezza e per ridurre il differenziale di velocità con la mobilità dolce caratterizzata, appunto, da pedoni e ciclisti.

Sono le caratteristiche di fondo della progettazione per la riqualificazione del sistema della mobilità nel quartiere del “Progetto Periferie. Ri-generazione e innovazione” per l’area nord di Modena, nella zona dell’ex Mercato bestiame, con la società di trasformazione urbana CambiaMo che ha dato il via a un appalto, suddiviso in quattro lotti, per una cifra complessiva a base di gara di due milioni e 663 mila euro. Il termine per le offerte è la mezzanotte di venerdì 19 giugno (informazioni: www.cambiamo.modena.it).

La gara è stata avviata sulla piattaforma telematica Sater della Regione Emilia-Romagna e la procedura prevede l’applicazione del criterio di aggiudicazione con offerta economicamente più vantaggiosa, cioè valutando anche la qualità progettuale oltre che il prezzo offerto.

“Chi vincerà un lotto di lavori – spiegano i responsabili di CambiaMo spa – sarà automaticamente escluso dagli altri lotti. Pubblicando un’unica gara avremo così imprese diverse tra loro che, nell’ambito di una progettualità coordinata, lavoreranno contemporaneamente in tutte le strade: è il metodo più veloce per realizzare l’opera”.

Per tutti i quattro lotti, con valori degli interventi che variano dai 270 mila agli 876 mila euro, la durata prevista dei lavori è di 32 settimane dal momento dell’avvio dei cantieri.

Nell’area del Progetto Periferie è già stato realizzato, per un valore complessivo di un milione e 800 mila euro, un intervento sulla mobilità nella zona di Porta Nord della stazione ferroviaria, con la riqualificazione del piazzale di sosta e la realizzazione una rotatoria all’incrocio tra le vie Giovanni Pico della Mirandola e Manfredo Fanti, e di un nuovo collegamento con la rotatoria che si trova tra strada Canaletto e viale Finzi.

Ora si prevede la realizzazione di altre cinque rotatorie, percorsi ciclopedonali per 3,7 chilometri, adeguamento delle aree di sosta per i mezzi pubblici, sistemazione del verde e potenziamento dell’illuminazione pubblica, oltre alla trasformazione di strada Canaletto con ciclopedonali su entrambi i lati e una fascia centrale verde con alberature.

I quattro lotti a gara riguardano rispettivamente via del Mercato (lotto 1, valore a base di gara 876 mila euro), via Finzi (lotto 2, 677 mila euro), strada Canaletto (lotto 3, quasi 840 mila euro), via Toniolo-via Gerosa (lotto 4, 270 mila euro).